Grottaminarda – Le “democratiche irpine” aprono alla partecipazione

0
10

Grottaminarda – Le democratiche irpine scendono in campo per contribuire alla formazione della classe dirigente che dovrà guidare la costituzione del Partito democratico, sostituendo il criterio meritocratico a quello della fedeltà. A Grottaminarda le donne impegnate in politica hanno dato vita al primo incontro delle democratiche, che hanno voluto subito lanciare un segnale chiaro: non essere subalterne rispetto alla proposta politica, ma protagoniste delle scelte che condurranno verso la nascita del primo partito democratico italiano e si aprono alla società affinché chiunque possa contribuire alla formazione della proposta politica; per la prima volta due grandi partiti, divisi da storia e culture spesso profondamente diverse, scelgono di fondere il proprio bagaglio di esperienze politiche per superare il solco delle divisioni ed accettare la sfida del futuro. Le democratiche della provincia di Avellino, collegate con il movimento nazionale che fa capo, tra le altre, a Tina Anselmi, Livia Turco e Flavia Franzoni (tra le iscritte compare anche Rosetta D’Amelio), sono donne che provengono dalla società civile e da diverse esperienze politiche, ma sono legate dalla voglia di affrontare le criticità per contribuire alla inaugurazione di una fase nuova, che sia in grado di interpretare le esigenze della popolazione e fornire la soluzione ai grandi temi che saranno scelti nelle prossime settimane. Insomma, le democratiche partono dalla consapevolezza che le diversità possono concorrere alla stesura di un programma politico comune e largamente condiviso, che può affiancare quello in corso di elaborazione nel comitato promotore, rendendosi non alternativo ma di supporto alle scelte che saranno adottate dai 66. La costituzione del gruppo donne è stata fortemente voluta da Rosanna Repole, presidente del consorzio servizi sociali per l’Alta Irpinia. Hanno già aderito Marisa Raduazzo, Carmelina Chiaradonna, Donatella Martino, Luana Evangelista e Alfonsina Porciello, ma l’elenco è assolutamente aperto a chi intende condividere la nuova esperienza politica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here