Grottaminarda-Lanza, “No agli sprechi, vogliamo il difensore civico”

21 Settembre 2005

Grottaminarda – Revoca della delibera di Giunta sulla convenzione del Comune con un’emittente televisiva locale; nomina del presidente del Consiglio comunale e istituzione del Difensore civico cittadino. L’opposizione scalpita a Grotta e addita una maggioranza che “fugge dal confronto su argomenti importanti”. E’ Rocco Lanza, membro della minoranza comunale, a ingranare la marcia su un selciato politico e amministrativo dal manto “scosceso”. Ed è la minoranza grottese a chiedere la convocazione di un nuovo Consiglio comunale, dopo il precedente, riunitosi in unica seduta, che aveva visto la maggioranza disertare. Di qui anche il passo dell’opposizione che conduce dritto in Prefettura il carteggio relativo alla diffida del primo cittadino Ianniciello (“per non aver convocato il Consiglio entro i limiti di legge”, Lanza) e alla revoca per una delibera giudicata “illegittima”, in quanto “priva di parere di congruità e non osservante i relativi vincoli di bilancio” (Lanza, ndr). “Argomenti inutili? A noi non sembra -continua il membro di minoranza- La nostra richiesta al sindaco è che se ne parli finalmente in Consiglio. Sappiamo che al momento il Prefetto è già a conoscenza delle nostre richieste e siamo in attesa di essere ricevuti”. Relativamente alle due figure del Presidente del pubblico consesso e del Difensore Civico: “Vogliamo queste elezioni – spiega Lanza – sia per dare snellezza alle procedure amministrative (il presidente del Consiglio può assolvere a funzioni che possono anche ‘alleggerire’ gli ‘impegni’ del sindaco, come la riunione dei capigruppo per le convocazioni di Consiglio comunale), sia per tutelare i cittadini con l’istituzione di un garante”. Nomina, quella del Difensore civico, che potrebbe gravare sulle casse dell’ente. Ma: “Il sindaco e gli assessori comunali godono già delle indennità massime -conclude Lanza- Basterebbe qualche piccolo taglio in questo senso, rinunciare alla convenzione con l’emittente televisiva e fare altri risparmi possibili per avere a disposizione una figura a garanzia della cittadinanza”. (Antonietta Miceli)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.