FOTO/ Giro d’Italia 2018, il direttore Vegni esalta Montevergine: il percorso della tappa

0
25

Pasquale Manganiello – E’ in corso la presentazione del Giro d’Italia 2018. L’edizione numero 101 della corsa rosa scatterà venerdì 4 maggio con una crono individuale di 10 km a Gerusalemme. In Israele si disputeranno anche la seconda e la terza tappa, prima del trasferimento in Sicilia. La chiusura il 27 maggio a Roma.

Per scoprire il tracciato sono presenti sul palco il direttore del Giro Mauro Vegni, l’ultimo vincitore Tom Dumoulin, Fabio Aru e Vincenzo Nibali, oltre a un grande ex come Alberto Contador.

Subito evidenziati i tre grandi arrivi in salita nelle prime 9 tappe. Dopo l’Etna, di grande livello la doppietta di arrivi prima a Montevergine e poi sul Gran Sasso.

L’ottava tappa partirà da Praia a Mare e attraverserà buona parte della provincia di Salerno fino a raggiungere l’Irpinia con Montoro, Bellizzi e Torrette di Mercogliano: poi la dura scalata verso il Santuario di Montevergine.

“Tre arrivi in salita nelle prime tappe – ha dichiarato Mauro Vegni – caratterizzano un gran bel banco di prova. L’Etna sicuramente, ma non tralascerei il discorso di Montevergine di Mercogliano perchè in sequenza ci sarà subito il Gran Sasso.”

“I corridori più freschi riescono a dare il 110% sulle prime salite – ha detto Davide Cassani – è lì che si può fare la differenza”.

Ecco percorso e altimetria dell’ottava tappa: