Giornata nazionale per la donazione di organi, l’Asl si illumina di rosso

0
411

Il 14 aprile in occasione della Giornata nazionale per la donazione e il trapianto di organi e tessuti, l’ASL di Avellino si illumina di rosso.

L’Azienda Sanitaria Locale, diretta da Mario Nicola Vittorio Ferrante, a partire dalle ore 20.00 del 13 aprile e del 14 aprile per tutta la notte, su invito della Regione Campania che ha richiesto a tutte le amministrazioni pubbliche di assumere e sostenere iniziative volte a favorire l’informazione e la promozione della donazione di organi, illuminerà di rosso i Presidi Ospedalieri di Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi. Inoltre, in collaborazione con il Procuratore della Repubblica di Avellino, Domenico Airoma, nello spirito di condivisione dei valori legati alla tutela della salute dei cittadini e considerando l’esistenza di un accordo di collaborazione per la donazione degli organi, l’ASL illuminerà di rosso nelle giornate del 13 e 14 aprile il Tribunale di Avellino.

In un’ottica di rete che favorisca la collaborazione tra enti e istituzioni, il Centro Nazionale Trapianti e il Ministero della salute promuovono un’azione congiunta per sostenere l’informazione sull’opportunità di esprimersi in merito alla donazione di organi e tessuti al rinnovo della carta d’identità. L’obiettivo è informare i cittadini sulle procedure esistenti per esprimersi sulla donazione di organi e tessuti, informare la popolazione sulle modalità di iscrizione al Registrato Italiano Donatori di Midollo Osseo IBMDR.

Parallelamente, si intende rafforzare la fiducia nel sistema sanitario nazionale e consolidare la percezione del cittadino circa la professionalità degli operatori della Rete trapianti.
Infatti, oltre il 90% delle dichiarazioni di volontà dei cittadini registrate nel Sistema Informativo Trapianti sono state rilasciate al Comune e che, quindi, resta il luogo principale per compiere la scelta sulla donazione. Nel solo 2023, sono state più di 3 milioni e mezzo le volontà rilasciate dai maggiorenni; tuttavia, più del 40% dei cittadini decide di non esprimersi.

L’Azienda Sanitaria Locale insieme alla Regione Campania ha inteso dare massimo rilievo all’evento al fine di promuovere la cultura della donazione e del trapianto.