Gioco illegale e droga alla guida: controlli “Alto Impatto” della Polizia in Irpinia

0
1500

Disposti dalla Questura, nel Comune di Avellino proseguono i servizi straordinari “Alto impatto”, finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio a seguito di determinazione assunta in sede di riunione di coordinamento delle Forze di Polizia, presieduto dal Prefetto dr.ssa Spena.

Nelle operazioni, pianificate nelle ultime 48 ore tese alla prevenzione generale dei reati, con particolare riguardo a quelli a carattere predatorio sono stati predisposti oltre ai normali dispositivi di controllo anche mirati posti di controllo con l’ausilio di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Napoli. Numerosi le identificazioni e controlli a veicoli effettuate, in particolare nelle zone contrade periferiche con insediamenti di unità residenziali isolate, obiettivo talvolta di incursioni predatorie. L’adozione dei citati ha consentito di identificare 167 persone delle quali 34 con pregiudizi di Polizia a carico e controllare 98 veicoli.

Inoltre, un 67enne irpino è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino perché, fermato a bordo di un veicolo, a seguito di controllo risultava in evidente stato di alterazione psichica, dovuta all’assunzione di sostanza stupefacenti.

Infine, a seguito di determinazioni assunte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi in Prefettura, il Questore di Avellino ha disposto l’effettuazione di mirati servizi finalizzati ad arginare il gioco illegale, soprattutto a tutela dei minori, con il controllo di sale giochi e agenzie di scommesse dislocate in Avellino, Ariano Irpino, Mirabella Eclano, Grottaminarda e Sant’Angelo dei Lombardi.

Detti servizi, che hanno visto anche l’impiego di personale della Divisione di Polizia Amministrativa e di Funzionari del Monopolio di Stato – Sezione Operativa di Avellino, hanno interessato sale scommesse e “game room” e sono stati espletati con particolare riguardo nelle ore mattutine. Oltre alla verifica del possesso delle autorizzazioni necessarie, sono stati effettuati scrupolosi controlli in merito al rispetto della normativa che vieta il gioco ai minori ed in particolare:

-del divieto di consentire la partecipazione ai giochi pubblici con vincita in denaro ai minori degli anni 18.

-del divieto, per i minori di anni diciotto, di ingresso nelle aree destinate al gioco con vincite in denaro.

Complessivamente sono stati effettuati 21 controlli tra sale giochi e sale scommesse che hanno consentito di identificare 56 persone, 18 delle quali con pregiudizi di polizia. Non sono state rilevate irregolarità amministrative né presenza di minori all’interno delle sale controllate.