GdF Avellino alla settimana della Protezione Civile. Ad Ariano simulazione di ricerca e soccorso

0
644

Si conclude, nella giornata odierna, la Settimana Nazionale della Protezione Civile, istituita ufficialmente con direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1°aprile 2019.

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla Protezione Civile della Regione Campania, d’intesa con la Prefettura irpina, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino ha allestito, unitamente a tutte le Istituzioni ed Enti partecipanti, presso il Centro Fieristico di proprietà della Comunità Montana Ufita, sito nel Comune di Ariano irpino (AV), una mostra-espositiva per illustrare e divulgare la conoscenza dei rischi del territorio, il rischio sismico principalmente, il rischio idrogeologico e la ricerca dispersi in ambiente impervio, ecc. e, nel contempo, illustrare i propri compiti istituzionali, nonché il ruolo del Corpo nelle attività di soccorso in ambienti montani e in caso di calamità.

Nel contempo, all’esterno del citato padiglione fieristico, nella mattinata di ieri, i finanzieri irpini hanno organizzato una dimostrazione di ricerca e soccorso, effettuata, congiuntamente ai Vigili del Fuoco e agli Operatori sanitari del 118 di Avellino.

Sono stati impiegati militari delle Stazioni SAGF della Guardia di Finanza di L’Aquila e Cosenza e il cane CADEL, un grigione femmina di 10 anni, abilitata in maceria valanga e superficie, già adoperata nei difficili scenari di Rigopiano e del terremoto in Albania, in sinergia con i militari della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Bari, a bordo dell’elicottero AW139.
L’esercitazione, importante per testare le capacità di interoperabilità tra uomini e mezzi dei due Corpi statali, ha riguardato la ricerca e il soccorso, con recupero al verricello installato a bordo dell’elicottero, di persone in pericolo, rimaste seppellite da rovine di fabbricati crollati a seguito di eventi catastrofici come terremoti, frane, crolli, alluvioni e smottamenti, riproducendo – praticamente in “real operating situation” – tutte le specifiche procedure operative previste per trarre in salvo persone.

È sceso in campo, quindi, il “trinomio” del Corpo nelle operazioni di ricerca e soccorso: la componente specializzata del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza – reparto di “polizia di montagna” specializzato per tali operazioni, che a breve, sarà operativa anche a Sant’Angelo dei Lombardi, con competenza territoriale sull’intera regione campana -, il supporto delle unità cinofile e, infine, la Sezione Aerea che, peraltro, per la prima volta, ha impiegato in Irpinia l’elicottero Aw-139, in uso alle Sezioni Aeree delle Fiamme Gialle di Bari e Napoli, altamente performante, grazie all’elevata velocità di punta, prossima ai 170 nodi, alla manovrabilità ed alla grande autonomia, che si sostanziano in ben quattro ore di pattugliamento.

Per l’occasione, oltre a numerosissimi studenti provenienti dalle scuole irpine – protagoniste assoluti della manifestazione – erano presenti il Prefetto di Avellino, la dott.ssa Paola Spena, la Responsabile della Protezione Civile della Campania, Dott.ssa Claudia Campobasso e le autorità civili e militari, a cui il Col. Salvatore Minale, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, ha illustrato le modalità esecutive dell’esercitazione e il ruolo e i compiti delle componenti specialistiche della G. di F. intervenute.

A fianco delle attività di polizia economico – finanziaria e di contrasto ai traffici illeciti, l’azione di ricerca e soccorso del Soccorso Alpino delle Fiamme Gialle, in concorso agli Enti competenti, costituisce un’importante funzione istituzionale e di protezione civile che si sviluppa oltre che in montagna anche sul rimanente territorio regionale, specialmente nelle zone impervie, con il qualificato supporto della componente aeronavale della Guardia di Finanza.