Gabriele Lucido Coordinatore provinciale Misericordie Avellino

10 Ottobre 2013

Si è tenuta a Castelfranci presieduta dal vicepresidente nazionale delle Misericordie Leonardo Sacco, la convention delle Confraternite di Misericordia della provincia di Avellino per le elezioni del nuovo coordinatore provinciale. Con il larghissimo consenso di oltre il 70% dei votanti, le Misericordie hanno confermato per altri quattro anni Gabriele Lucido come Coordinatore provinciale delle Misericordie di Avellino. Un ottimo risultato per un territorio, quello della provincia irpina, in cui le Confraternite di Misericordia sono l’organizzazione di assistenza e di promozione sociale ed umana più diffusa ed articolata. Dopo la Toscana infatti, dove storicamente le Misericordie sono nate e sono diffusissime, la nostra provincia è la seconda in Italia per il numero di presenze e per attività delle Misericordie. “Vivendo da veri attori questo momento storico fatto da una profonda crisi economica, del sociale e del comunitario – dichiara Gabriele Lucido – dove facilmente e con mano da ragioniere si taglia sulla sanità e sul sociale, noi continuiamo a crescere numericamente e puntiamo sempre più alla qualità dell’azione sociale e dalla testimonianza di solidarietà. Dobbiamo essere gli indicatori, quelli che aprono la strada ai nostri giovani della cittadinanza attiva, proprio perché così come la Chiesa insegna a tutti noi, al centro di ogni iniziativa, di ogni attività e del nostro impegno mettiamo l’uomo con i suoi problemi e i suoi bisogni”. Nel ringraziare tutte le Confraternite per la fiducia dimostrata con il voto, il neoeletto Coordinatore ha richiamato tutti ad una attenta riflessione e ad un maggiore impegno, “perché in questi ultimi anni il volontariato ha subito profonde trasformazioni e, anche nel cambiamento, sta attraversando un momento di difficoltà. Ne risente per lo più il volontariato quotidiano, della solidarietà praticata di casa in casa, fra i malati, gli anziani, le persone sole, i poveri in emarginazione, il volontariato dell’ascolto, della presenza, di compagnia e accompagnamento, in quanto non chiede una prestazione di servizi ma un investimento personale. Auspico che le Misericordie sappiano essere soggetti credibili, in grado di alimentare cittadinanza responsabile nel nostro paese”. Con uno sguardo al futuro prossimo: “Da oggi occorre riprendere subito il lavoro, provvedendo nel più breve tempo possibile a costituire il Comitato Zonale della provincia di Avellino al fine di dare una maggiore rappresentanza e funzionalità al movimento, dotandolo di autonomia giuridica, finanziaria e organizzativa, in modo da poter realizzare un opportuno decentramento amministrativo e una rappresentanza più diretta delle Confraternite anche di fronte alle istituzioni.”


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.