Gabriele ad Avellino, D’Ercole: “Una manifestazione di parte”

0
8

Avellino – “Non hanno rispetto di niente e di nessuno e pur di perseguire i propri interessi non hanno scrupoli a strumentalizzare perfino i ragazzini delle scuole medie”. Così, il capo dell’opposizione in Consiglio Regionale, Francesco D’Ercole, bolla la presenza dell’assessore regionale, Corrado Gabriele, alla manifestazione dal titolo decisamente emblematico di “Salviamo la scuola” svoltasi questa mattina, presso la scuola media di Avellino. “Al di là della considerazione che a salvare la scuola italiana – ha continuato – sarà l’applicazione del decreto Gelmini e non certo chi come Gabriele lo contesta, mi chiedo chi abbia consentito che all’interno di una scuola si svolgesse una manifestazione di parte e, per di più, di una parte che – come rifondazione comunista – oltre qualche presenza istituzionale regionale, a livello nazionale non ha alcuna rappresentanza. Tanto più che facendosi forza sulla, a mio parere, legittima indipendenza dell’istituzione scolastica dalla politica, al sottoscritto – prima nelle vesti di assessore regionale della Giunta di centrodestra e poi di presidente della Commissione regionale per la redazione dello Statuto – è stato spesso impedita, perché esponente di Alleanza nazionale, la partecipazione a manifestazioni che si svolgessero all’interno di una struttura scolastica. Anche se il tema in discussione era quello dello statuto e, quindi, già di per se assolutamente neutro e privo di caratterizzazione ideologica e partitica. Non vorrei – ha concluso D’Ercole – che iniziative di questo tipo possano fare ulteriormente male ad una scuola che, come dimostrano tutte le più recenti inchieste europee, è già agli ultimi posti nella graduatoria europea per la qualità dei programmi e dei risultati ottenuti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here