Furbetti del cartellino Asl: ascoltati gli imputati

16 Dicembre 2019

di AnFan – Secondo la versione degli imputati, ascoltati nel processo sui furbetti del cartellino Asl di Avellino, presieduto dal giudice Pier Paolo Calabrese, non ci sarebbe stata alcuna assenteismo. Secondo questa versione, si sarebbe lavorato di più del previsto, senza straordinari o benefici. Alcuni avrebbero perfino rinunciato ai permessi per malattia.

Il 29 gennaio prossimo, assistito dall’avvocato Alberico Villani, sarà ascoltato anche Arturo Iannaccone, ex assessore al commercio nella giunta Foti. Secondo la difesa tutte le sue assenze sarebbero state adeguatamente motivate.