Fuochi vietati, il bilancio: solo sei feriti con prognosi brevi

0
4

Avellino – Il Capodanno col botto ha fatto lavorare e non poco la Questura di Avellino, nell’ambito dei servizi predisposti per contrastare la vendita di artifici pirotecnici di genere proibito. Ma i risultati si sono fatti vedere e come. I dati del primo dell’anno fanno infatti rilevare una diminuzione dei danni con solo sei feriti lievi con prognosi di breve durata. Dopo le operazioni dei giorni precedenti, sono stati effettuati ulteriori sopralluoghi e controlli il 31 dicembre a rivendite temporanee di giochi pirici, in diverse zone del capoluogo. E sono stati sequestrati ingenti quantitativi di materiale di IV e V categoria mentre altri tre rivenditori sono stati denunciati per commercio e detenzione abusiva di materiale esplodente. Un costante intervento di prevenzione che ha visto lavorare in sinergia sia gli uomini della Polizia di Stato sia l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza. Un’operazione che, attraverso il sequestro preventivo di fuochi di genere proibito, ha consentito di rilevare durante la notte di San Silvestro una situazione di conseguenze di limitata entità a persone e cose.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here