Fratelli d’Italia chiude la campagna elettorale irpina, Rotondi : “Al Sud testa a testa tra Centrodestra e 5 Stelle”

0
1453

“All’inizio sembrava che il mio competitor nel collegio uninominale di Avellino fosse il Partito Democratico, adesso al Sud si profila un testa a testa tra Centrodestra e Movimento 5 Stelle. Io non temo nessuno e non demonizzo nessuno. Vinca il migliore sperando di essere io, ma se gli elettori decidessero diversamente sarò pronto a rispettare la loro valutazione”. Parola di Gianfranco Rotondi, intervenuto nel pomeriggio nella sala blu dell’ex Carcere Borbonico di Avellino insieme allo stato maggiore di Fratelli d’Italia: dal vicecommissario Giovanni D’Ercole ai candidati Edmondo Cirielli (capolista nel plurinominale Camera), Domenico Matera (listino Senato per Campania 2) e Fabrizio Tatarella.

L’occasione, del resto, era la chiusura della campagna elettorale irpina del partito della Meloni. “Il Centrodestra è l’unica coalizione che esprime un programma, un’alleanza e una leadership, quella della leader di FdI – scandisce Rotondi -. Dall’altra parte ci sono tre Centrosinistra: quello del Pd, i 5 Stelle e il Terzo Polo che è fatto da due ex esponenti dem quali Calenda e Renzi”.

Critiche a De Luca e al Reddito di Cittadinanza da parte del deputato salernitano Edmondo Cirielli: “Il Governatore ha fallito su sanità, trasporti, infrastrutture ferme al palo ed economia, ma la vera colpa del suo sistema è l’aver utilizzato le istituzioni a fini politici. Una situazione di tipo venezuelano che contrastiamo con tutte le forze. I 5 Stelle – aggiunge – sono invece la causa della mancanza di lavoro dei giovani al Sud che o emigrano o percepiscono il Reddito di Cittadinanza che è voto di scambio di Stato e per come è stato predisposto è una vergogna che non può continuare”.