FOTO / Mercogliano, dopo 20 anni di abbandono i giardini di via De Curtis riprendono vita. Anche con panchine e giostre per disabili

0
1161

Da vera e propria “discarica” a cielo aperto, troppo spesso anche alla mercé di vandali e non solo, ad area attrezzata a verde, al servizio anche di persone diversamente abili.

Dopo oltre 20 anni di vero e proprio abbandono, l’amministrazione comunale di Mercogliano, guidata dal sindaco Vittorio D’Alessio, sta per segnare – anche se a step – la rinascita del campetto polifunzionale di via De Curtis, zona Torrette per intenderci, dando anche un segnale forte di inclusione, caratteristica che contraddistingue la giunta della cittadina alle falde di Montevergine.

Ma procediamo con ordine. Grazie ad un finanziamento di quattro annualità da 40mila euro ciascuna, ottenuto dal ministero delle Politiche Sociali, il Comune di Mercogliano ha avuto – e prontamente sfruttato – l’opportunità di risanare e riqualificare un’area, che sorge proprio nei pressi del centro sociale (anch’esso ristrutturato e recuperato dall’attuale amministrazione, oggi sede dell’hub vaccinale, ma al più presto luogo di incontro e di cultura), un tempo, come detto, completamente abbandonata.

Si procede a lotti ed il primo è ormai quasi pronto: il Comune, infatti, “pressa” la ditta che ha avuto l’incarico di effettuare i lavori ed entro un mese, una prima parte dell’opera sarà completata. Sono ormai giornaliere le visite al cantiere da parte dell’assessore alle Politiche Sociali, Elena Pagano, e del direttore dei lavori, l’ingegnere Morena Irace.

“Vogliamo regalare una nuova area verde ai nostri concittadini per l’inizio della primavera”, sottolinea l’assessore Pagano. I lavori procedono alacremente. Il primo lotto è in fase di ultimazione. Sta per nascere un giardino aperto a tutti, anche alle persone diversamente abili. E’ posto proprio all’ingresso della struttura polivalente e l’amministrazione comunale ha deciso di abbattere ogni tipo di barriera architettonica.

Ma non solo, prevedendo anche la realizzazione di due rampe, consentirà l’arrivo in carrozzella dei disabili. I quali avranno a loro disposizione un’ampia zona di verde, vera e propria manna dal cielo con l’avvicinarsi della primavera, un’altalena accessibile direttamente con la carrozzina ed una panchina inclusiva.

“Il mio assessorato, grazie ai miei collaboratori, è da sempre in prima linea per l’inclusione. Di concerto anche con il vicesindaco Stefania Di Nardo, anche nella villa principale di Mercogliano presto ci sarà un’altalena per disabili e dei giochi sempre per le persone con diverse abilità. Siamo un’amministrazione inclusiva, il giardino di via De Curtis ne è l’ennesima riprova”.

Una volta terminata l’area verde, la rampa di ingresso ai servizi ed una parte dei bagni, si procederà all’inizio dei lavori del secondo lotto. Ma non subito, perché, come prevede il finanziamento, lo start è possibile soltanto il prossimo mese di settembre. Dopo l’estate, dunque, saranno avviati i lavori per la sistemazione di un’altra area a verde. Il terzo lotto prevede la risistemazione completa degli spogliatoi e della tensostruttura che sarà adibita a campo polivalente per basket, pallavolo e calcio a cinque.

In primavera, dunque, sarà pronto il giardino dell’inclusione. L’inizio dei lavori del secondo lotto, non interferirà poi minimamente, perché parliamo di lotti che entrano in funzione in maniera autonoma, anche da un punto di vista puramente visivo.