FOTO E VIDEO / “Un mese con il virus, un’esperienza orribile”. Davide, giovane imprenditore, ai suoi coetanei: “Ragazzi, state attenti, indossate sempre le mascherine”

19 Novembre 2020

Alfredo Picariello – La voce di Davide si fa rauca all’improvviso e gli occhi diventano lucidi. Il giovane imprenditore irpino quasi si commuove quando, pensando al suo mese di quarantena in “compagnia” del covid, si rivolge ai suoi coetanei, ai giovani come lui che forse sottovalutano la pericolosità del virus. “Ragazzi – afferma – state attenti. Io ci sono passato e posso dire che è stata davvero dura. Il covid non solo esiste ma è molto insidioso. Quindi indossate sempre la mascherina ed evitate gli assembramenti. Per il divertimento, ci sarà tempo, ora pensiamo alla nostra salute e a quella delle persone a noi care”.

Davide Esposito ha 28 anni e gestisce, con il padre Claudio e lo zio Luca, l’accorsata parruccheria “France Harmonie” di Avellino. Un mese fa, in un giorno come un altro, inizia ad avvertire alcuni sintomi. Per scrupolo verso i clienti, la famiglia, gli amici, i parenti, effettua il tampone: positivo. Una vera e propria mazzata.

“E’ stata davvero dura, un’esperienza brutta, terribile. Stare chiuso in casa per un mese e pensare che non puoi lavorare, non puoi essere utile, è pesante anche dal punto di vista psicologico”, dice Davide. “Quando ci finisci dentro, capisci la gravità di questo maledetto virus. E’ assurdo dire che non c’è, chi lo vive in prima persona, chi lo ha vissuto come me, può dire che è un’esperienza orribile per tutta una serie di motivazioni”.

“Oggi sto bene, mi sono negativizzato, ma ancora non sento odori e sapori. Pensate a quanto è brutto questo virus”.

Questa mattina Davide ha fatto ritorno al lavoro. Il calore dei colleghi lo ha accolto e lo ha sorpreso. “Mi è sembrato quasi il primo giorno di scuola”, afferma. “Mi sembrava tutto strano, mi sono sentito davvero spaesato. Ma è stato bello ed emozionante”.

Davide Esposito