FOTO E VIDEO / Tamponi di massa a Serino, partenza con il piede giusto. Il sindaco: “Il virus corre, dobbiamo scovare gli asintomatici”

0
8

Alfredo Picariello – Lì, a due passi dal mercato coperto di Serino, alle 10.30 in punto la comunità si riunisce per un funerale. Purtoppo l’ennesimo di questo terribile periodo. Troppi contagi alle falde del Terminio, troppi decessi. Il virus corre. Eccome. Ma Serino reagisce. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Vito Pelosi, sta facendo di tutto per sconfiggere il covid.

Restrizioni da quasi un mese, con l’ordinanza che ha chiuso bar, ha imposto solo la consegna a domicilio a ristoranti e pizzerie, l’obbligo per i negozi di abbassare le serrande. “Le restrizioni saranno sicuramente prorogate”, avverte il primo cittadino. “La zona arancione non deve essere un liberi tutti”, aggiunge.

Alla restrizioni, si aggiunge il maxi-monitoraggio dei residenti. Tamponi antigenici rapidi effettuati dalla Misericordia di Serino. Sono partiti stamattina, alle 9 in punto. In campo volontari e forze dell’ordine. A coordinare le operazioni la polizia municipale con il comandante Pelosi che ci fornisce il quadro della situazione generale a Serino. “C’è paura, infatti c’è poca gente in giro. Forse per un periodo il virus è stato sottovalutato. Adesso non più”.

Questo dato è confermato dalla buona partecipazione dei cittadini ai tamponi, come sottolinea lo stesso sindaco. “Il nostro obiettivo è soprattutto quello di scovare gli asintomatici”.

Oggi l’operazione ha avuto inizio con gli ultra-sessantenni. Si prosegue domani. Poi durante la settimana si allargherà il raggio d’azione. Si può accedere alla struttura solo previa prenotazione ai seguenti numeri di telefono in dotazione alle Guardie Ambientali: 3486127424 oppure 3493584681 (dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18). Tutti i positivi saranno comunicati ovviamente sulla piattaforma dell’Asl, che contatterà l’utente entro 48 ore per effettuare il tampone di conferma e dare il via eventualmente a tutte le procedure di rito.