FOTO E VIDEO / “Poteva andare peggio. Ora abbiamo paura”. Contrada, il giorno dopo la rapina a mano armata

30 Marzo 2021

Alfredo Picariello – “Poteva andare peggio, l’importante è che non sia successo nulla di grave”. Il signor Pantaleone ha un negozio di fiori lungo la Nazionale, a Contrada, proprio accanto alla farmacia Giannitti. Ieri sera, alle 20, lui già era rientrato a casa. Zona rossa, poca gente in giro. Mentre stavano rapinando la farmacia, Pantaleone stava probabilmente già cenando e mai avrebbe immaginato che il giorno dopo, avrebbe incontrato le due farmaciste, le due giovani, sconvolte e in lacrime.

Il blitz di un uomo di circa 40 anni, accento campano, con il volto travisato da una mascherina anti-covid e da un paio di occhiali ambrati, è durato molto poco. Il malvivente ha atteso che l’ultimo cliente uscisse dal locale. E’ entrato, si è finto anche lui cliente ed ha chiesto alla farmacista ed alla sua dipendente, un flacone di amuchina. Poi, in maniera repentina, ha indossato anche il capuccio del giubbotto ed è andato dietro il bancone.

Qui, ha puntato la pistola contro le due giovani, si è fatto consegnare i soldi in cassa, circa 400 euro, ed è fuggito via. Oltre alle telecamere a circuito chiuso della farmacia, di spalle l’uomo pare sia stato visto anche da una signora che abità lì in zona. La donna è stata subito convocata presso la stazione dei carabinieri di Forino che indagano sull’accaduto.

Il malvivente è fuggito a piedi verso Contrada, poi ha imboccato una traversa. Qui ha preso l’auto, ancora non si sa se all’interno del veicolo ci fosse un complice.

Sconvolte, ovviamente, le due donne, che hanno immediatamente avvertito i carabinieri. Anche stamattina lo erano. Impauriti, invece, i residenti ed i commercianti della zona. “Adesso abbiamo paura, forse sarebbe il caso di intensificare i controlli”. Ironia della sorte, fino alle 19.30, circa, poco distante la farmacia, c’era un posto di blocco delle forze dell’ordine.