FOTO E VIDEO / Candelora: canti e danze di devozione per pochi minuti. “Nessun affronto, rispettiamo tutto e tutti: solo un momento di liberazione”

2 Febbraio 2021

Alfredo Picariello – A debita distanza dal Santuario, cercando di rispettare il più possibile le regole anti-contagio, la voglia di ballare, cantare e suonare è esplosa poco prima della Messa delle 11. Uno spazio per “liberarsi” e pregare Mamma Schiavona in modo diverso, lo si trova sempre. E così è stato.

“E’ un anno che non si balla, è un piccolo momento di rinascita”, dicono delle ragazze. “Il nostro non è un affronto, non siamo negazionisti, rispettiamo le vittime e chi ancora sta combattendo negli ospedali”.

Angelo Picone, detto “Capitano”, ci tiene a chiarire questo aspetto. Ed è importante. “Il nostro è solo un segno di liberazione e proviamo a portare solo un po’ di positività. Con la Candelora la luce vince sulle tenebre”.