FOTO E VIDEO / Avellino, la prima dose è per Michele il tabaccaio. Poi c’è la 101enne Giovanna. “A tutti diciamo: correte a vaccinarvi”

24 Febbraio 2021

Alfredo Picariello – Quando poco dopo le 9 di questa mattina, all’interno della tensostruttura del campo Coni di via Tagliamento, è stato fatto il suo nome, è stato chiamato per il vaccino, è scoppiato un applauso spontaneo e fragoroso. Ed il sindaco Festa gli è andato subito incontro. Un momento importantissimo, suggellato nel migliore dei modi. Michele Petruzziello, storico tabaccaio di Avellino, è stato il primo vaccinato dei 324 over 80 che oggi hanno ricevuto le prime dosi di Pzifer-Bion Tech. Michele è arrivato a via Tagliamento a piedi, accompagnato dalla moglie. Sul volto stampato un bel sorriso, negli occhi l’emozione di chi sta compiendo un primo passo verso la “liberazione”.

Box numero uno per lui. Ma prima i sorrisi e le battute con il primo cittadino, il quale lo ha poi accompagnato personalmente da medici ed infermieri. Alle 9.10 circa, Michele era fuori. Vaccinato e felice. Tra tre settimane dovrà tornare al campo Coni per il “richiamo”. “Per me è una grande emozione”, afferma. “Non ho sentito alcun dolore, anzi non me ne sono proprio accorto. Provo un grande senso di liberazione e a tutti gli settici dico: correte a farvi il vaccino”.

Dopo nemmeno un’ora, al box numero due è stata la volta di Giovanna Soldi. Una splendida 101enne. Vaccino anche per lei, accompagnata dal figlio. Ed anche lei sorride e negli occhi non dimostra per nulla la sua età. “Ho visto di tutto nella mia vita, dalla guerra all’asiatica, non ho mai avuto la febbre, ma il covid mi sembra la cosa peggiore in assoluto”, afferma. Anche Giovanna non ha nessun dubbio: “Bisogna vaccinarsi”.