FOTO / Ad Avellino il caffè anti-crisi: 70 centesimi ed è anche buono

0
13916

Ad Avellino il caffè anti-crisi: 70 centesimi ed è anche buono. Un atto d’amore verso i propri clienti e verso tutti coloro che stanno già attraversando un periodo difficile e che hanno voglia, almeno, di non farsi andare di traverso una delle bevande più amate dagli italiani. E’ la politica aziendale di “Caffè Yna”, accorsato bar del capoluogo ubicato in piazza Aldo Moro, nei pressi del Tribunale, che a settembre ha festeggiato i suoi primi dieci anni di attività.

Se varchi la soglia del bar, ad attenderti non ci sono soltanto i buoni prodotti e l’ottimo caffè, ma anche il grande sorriso di Generoso Manfra, il titolare, sempre di buon umore, e la cortesia e l’eleganza della moglie Luana. “Anche se i costi aumentano pure per noi”, spiega Generoso, “non me la sento proprio di chiedere alle persone un sacrificio anche per il caffè. Bere caffè è un atto di amore, è un gesto di condivisione e anche per noi è così. Questo è il nostro atto d’amore per i clienti e per tutti coloro che vengono a trovarci”.

Al banco o d’asporto, il prezzo non cambia: è sempre 70 centesimi. Davvero una rarità, visto che ormai, anche nella nostra città, si è arrivati al prezzo di un euro per la tazzina. Il cappuccino costa un euro e trenta, il cornetto 1 euro. “Penso – dice ancora Manfra – anche alle famiglie. Pensate ad un nucleo che ha voglia di consumare una colazione: che deve fare, spendere un capitale? Non sarebbe giusto”.

La “chicca”, poi, c’è anche il tocco in più: da tre anni a questa parte, dalle 13 in poi, tutti i giorni, caffè e sfogliatella ad 1 euro. E tanti sorrisi, per una vita meno amara. Almeno al momento della piacevole sosta, meglio se condivisa.