FI 2.0, Spiezia: “Sibilia unico garante. Dove è stata la Ruggiero?”

19 Agosto 2013

Avellino – L’ultimo sussulto a mezzo stampa del consigliere regionale irpino del PdL Antonia Ruggiero è una coda velenosa del caos tutto interno agli ‘azzurri’ d’Irpinia successivo alle amministrative di Avellino, la cui bocciatura era già stata decisa con la querelle D’Ercole e poi sancita con la rottura con i centristi di De Mita.
L’occasione è stata data dal dibattito che si è aperto sul partito che verrà (Forza Italia 2.0) ed anche in questo caso la consigliera regionale pidiellina ha puntato il dito contro la dirigenza locale del partito.
Sul punto, la neo eletta consigliera comunale di Avellino Monica Spiezia (più votata della lista del PdL) ha le idee chiare: “Pur essendo da poco tempo entrata a fare parte della politica attiva con l’ingresso nel Consiglio comunale di Avellino – spiega la Spiezia – posso affermare senza dubbio che sia prima, che durante ma anche successivamente alle amministrative avellinesi il consigliere regionale Antonia Ruggiero non si è mai vista, ne ho mai avuto modo e piacere di conoscerla. Quanto impegno, dunque, c’è stato da parte sua per le elezioni ad Avellino città? Ormai parla soltanto dall’alto del suo scranno in Regione”.

La Spiezia prende le difese dei dirigenti irpini del PdL: “L’unica figura che si è sempre assunta tutte le responsabilità del caso è il senatore Cosimo Sibilia e con lui tanti altri dirigenti provinciali che oggi sono fatti oggetto del fuoco amico, come Ines Fruncillo. La gente non ha bisogno di ascoltare e leggere sterili polemiche di famiglia, non è questa la maniera di fare politica. Da settembre ripartità a pieno regime l’attività del PdL in Irpinia, ma in modo diverso rispetto a quanto fatto finora. Non sta a me giudicare chi ha operato sinora, posso solo affermare che il partito deve essere pronto a dare risposte concrete alle istanze della gente. Occorrerà ripartire dalla città di Avellino e rivalutare ogni singola comunità, per ridare voce ai territori e al radicamento”, conclude.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.