I festiani fanno il pieno alla presentazione delle liste “Davvero” e “W la Libertà”

0
3107

I festiani fanno il pieno alla presentazione delle liste “Davvero” e “W la Libertà”. La piccola sala del Circolo della Stampa lungo il salotto buono cittadino è gremita da rappresentanti e sostenitori delle due liste che cinque anni fa sostennero la corsa a sindaco di Gianluca Festa e che ora fanno lo stesso con l’ex Vicesindaca Laura Nargi.

Il grande assente – per ovvi motivi visto che attualmente si trova agli arresti domiciliari per via dell’inchiesta giudiziaria che lo ha coinvolto in qualità di sindaco della città – è proprio Festa, il cui nome però riecheggia per l’intera serata nei numerosi interventi di assessori e consiglieri uscenti. A partire da quello di Ugo Maggio, ex Presidente del Consiglio Comunale. E’ lui, quasi come se si trovasse nel corso di una seduta dell’assise cittadina, a condurre la presentazione. Maggio rivendica i risultati raggiunti nell’ultimo quinquennio: “Abbiamo già dimostrato di saper lavorare per la città: la nostra è la proposta più utile, più partecipativa. Gli altri non fanno altro che parlare nei loro programmi di cose che noi abbiamo già fatto”.

Da qui l’affondo a Gengaro prima e a Genovese poi. “Contro di noi – dettaglia l’ex speaker di Palazzo di Città – da una parte c’è chi è responsabile degli ultimi trent’anni di disastri, e, dall’altra, un falso civismo frammentato che vorrebbe ghettizzare la città chiudendola dietro un cancello”. Il riferimento, in quest’ultimo caso, è allo slogan Gate scelto dal giornalista Rai per questa campagna elettorale.

Oltre ai fedelissimi di Festa Mario Spiniello, Antonio Genovese, Marianna Mazza, Elia De Simone, Giuseppe Negrone e Giovanni Cucciniello, al Circolo della Stampa ci sono anche le new entry Gianluca Gaeta, Antonio Cosmo, Monica Spiezia e Teresa Cucciniello. Infine la stessa Nargi, arrivata in ritardo per via di altri impegni elettorali. “Questa serata la dovevamo a Gianluca (Festa, ndr) – conclude la candidata sindaca -. Lui è qui con noi e lo rivedremo nei prossimi giorni. In questi cinque anni abbiamo reso la città più viva e più bella. Abbiamo completato le grandi opere. E ora siamo pronti a tornare a vincere”.