Festa non ritira le dimissioni: a Palazzo di Città arriva il Commissario

0
2185

AVELLINO- Nessun ripensamento, zero colpi di scena e dunque dalla mezzanotte sono diventate ufficiali le dimissioni di Gianluca Festa da sindaco di Avellino.

Una scelta che è rimasta irrevocabile quella dell’ormai ex primo cittadino. Dopo l’approvazione del Bilancio e del Dup in aula e una serie di delibere approvate dalla giunta guidata dal sindaco Laura Nargi, che negli ultimi venti giorni ha assunto l’incarico in attesa della definizione delle dimissioni, per Palazzo di Città si apre ora una fase di commissariamento.

Già in mattinata, preso atto della esecutività delle dimissioni del primo cittadino, il prefetto Paola Spena potrebbe procedere alla nomina del Commissario prefettizio che guiderà il Comune fino al 10 giugno o nel caso di ballottaggio fino alla fine dello stesso mese (il 24 giugno), con l’insediamento del primo cittadino che uscirà dalle urne.

Il commissario dovrà gestire la fase elettorale, a partire dalla presentazione delle liste che scadrà sabato 11 maggio. Nomina e insediamento che potrebbe già avvenire nelle prossime ore, anche perché è molto probabile che a Palazzo di Governo sia stata già individuata la figura che si dovrà occupare delle gestione ordinaria dell’ente per le prossime settimane.