Ferrovia, D’Ercole attacca De Luca: “Governatore si conferma nemico dell’Irpinia”

0
1008

Si riporta la nota di Giovanni D’Ercole – Fratelli d’Italia.

Con la sottoscrizione del nuovo accordo di programma tra Regione Campania ed RFI, che definisce le politiche del trasporto ferroviario per il quinquennio 2022-2027, viene nuovamente sancito ciò che Fratelli d’Italia denuncia da prima delle elezioni regionali, che hanno visto tributare tanto consenso al centrosinistra: DE LUCA È IL NEMICO DELL’IRPINIA.

Non soltanto si constata quotidianamente il declino drammatico dell’offerta sanitaria irpina (contraddistinta da gravisisme inefficienze dovute non all’encomiabile sforzo dei sanitari, quanto alla drammatica contestualità della costante riduzione di risorse e dell’incapacità dei vertici di nomina politica), ma è sul settore dei trasporti che si vede la ottusa volontà del satrapo salernitano di marginalizzare completamente l’Irpinia ed il suo capoluogo, con la complice indifferenza dei consiglieri regionali e dei parlamentari irpini, i quali in questo momento anziché far sentire forte l’indignazione degli Irpini che dovrebbero rappresentare ed organizzare la protesta per le scelte scellerate che vengono compiute, sono completamente anestetizzati ed assuefatti alle angherie provenienti dal bunker salernitano; anzi, qualche soddisfatto ascaro si è prodotto anche in una deprimente quanto ridicola difesa d’ufficio della Giunta Regionale!

Dal documento che contraddistingue le politiche ferroviarie reginali per i prossimi 5 anni emerge il totale abbandono del progetto della variante di Codola, che avrebbe consentito l’uscita della Città di Avellino dal drammatico isolamento, nel più assoluto silenzio di tanti, che pure manifestarono giustamente per la chiusura della tratta Avellino – Rocchetta, oggettivamente meno strategica della connessione all’Alta Velocità.

È assolutamente grave, però, non soltanto il silenzio quanto la totale incapacità od assenza di volontà ad incidere nelle scelte: infatti, entro il 25 febbraio si potevano (e si dovevano) inviare osservazioni relative al Nuovo Accordo Quadro RFI – Regione Campania – periodo 2023-2027, pubblicato anche on-line sul sito dell’ACaMIR (Agenzia Campana Mobilità Infrastrutture e Reti)! v. https://acamir.regione.campania.it/nuovo-accordo-quadro-rfi-regione-campania-periodo-2023-2027-procedura-di-consultazione/

Dove erano il Sindaco di Avellino ed il Presidente della Provincia (oltre ai soliti desaparecidos consiglieri regionali e parlamentari irpini) mentre si decidevano in maniera infame i destini del trasporto della nostra città e della nostra provincia?

Fratelli d’Italia invita Sindaco di Avellino e Presidente della Provincia, anche se in drammatico ritardo, a farsi promotori dell’apertura di una vera e propria vertenza col governo regionale per affermare e difendere la necessità vitale di Avellino e dell’Irpinia di liberarsi dall’isolamento cui De Luca, coscientemente, vuole condannarle.”