Ferito da una fucilata in casa , indagini escludono incidente o autolesionismo

0
2366

SAN MICHELE DI SERINO – A distanza di alcune ore dal ricovero al Pronto Soccorso di un cinquantacinquenne di San Michele di Serino ferito da una fucilata, le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Solofra e dei militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale continua e trapelano poche indiscrezioni dagli accertamenti che i militari agli ordini del capitano Gianfranco Iannelli stanno conducendo dalla serata di ieri.
Intanto il fatto. Nella prima serata di sabato arriva al Pronto Soccorso del Moscati di Avellino il cinquantacinquenne attinto al collo da un colpo di fucile. La sua prognosi, come avviene in questi casi resta riservata ma non è mai stato in pericolo di vita. Le prime fasi dell’ accertamento condotto dai militari dell’Arma riguarda la ricostruzione della dinamica del ferimento. Le indagini dei militari sono seguite dal pm di turno della Procura di Avellino Luigi Iglio. Le ipotesi che in questi casi vengono verificate per esclusione sono quelle di un fatto accidentale, un incidente, una ipotesi di autolesionismo e il coinvolgimento di terzi. Almeno fino a questo momento sarebbe stata esclusa l’azione autolesionistica. Quindi il sospetto degli inquirenti è che ci sia un coinvolgimento di terzi. Ma su quale sia stato lo stesso e sulla ricostruzione dei fatti c’e’ ancora stretto riserbo da parte degli inquirenti. Nelle prossime ore sarà più chiaro se è avvenuto un ferimento intenzionale o un incidente. I militari dell’Arma hanno anche ascoltato alcuni possibili testimoni a sommarie informazioni. Si attende che sia più chiaro cosa è avvenuto.