Famiglia arrestata per droga: il blitz nei pressi del bar dove fu visto Manzo la mattina della scomparsa

0
6455

Una coincidenza, piuttosto inquietante, oppure la possibilità che ci sia qualcosa in più, che l’episodio nasconda anche altre verità? Il blitz antidroga di pochi giorni fa dei carabinieri, che ha portato all’arresto di una famiglia di Altavilla Irpina, è stato effettuato nei pressi di un bar di Prata Principato Ultra. Un locale pubblico che Domenico Manzo, il 71enne scomparso la sera dell’8 gennaio 2021, negli ultimi tempi frequentava. Proprio la mattina della scomparsa, anzi, l’uomo fu visto davanti quel bar in compagnia di altri clienti.

Questa “coincidenza”, adesso, vuole essere esaminata e approfondita dagli organi inquirenti che stanno indagando sul caso Manzo. Potrebbe esserci la probabilità, infatti, che qualcuno che bazzicò quel locale in quei giorni o che ci lavorava all’interno, abbia visto o sentito qualcosa di utile. Le “coincidenze” non si fermano qui. Tra i quattro arrestati di Altavilla Irpina, ci sono la sorella e il compagno di uno dei quattro indagati per la scomparsa del pensionato di Prata.

La 25enne di Grottolella ed il fidanzato 22enne sono agli arresti domiciliari. I due sono stati trovati in possesso di 12 dosi di cocaina e di una bustina con della marijuana. Presso la loro abitazione, oltre alla droga, è stato trovato anche del denaro in contante.

Insomma, il “giallo” Manzo si fa sempre più fitto. Intanto la settimana prossima dovrebbero riprendere le ricerche. Tra Prata e dintorni, i carabinieri andranno a caccia di altri elementi, utili a chiudere il cerchio. Sul caso è stata firmata anche una proroga delle indagini per altri sei mesi dal gip del Tribunale di Avellino, Franco Spella.