Falsi nel Bilancio 2013 al Comune Assolto il dirigente Marotta e gli altri imputati

0
629

AVELLINO- Tutti assolti “perché il fatto non costituisce reato” gli imputati del processo per i presunti falsi in bilancio al Comune di Avellino. Il verdetto e’ stato letto pochi minuti fa dal giudice monocratico Gian Piero Scarlato..Assoluzione anche per il dirigente del settore Finanze di Piazza del Popolo Gianluigi Marotta, difeso dall’avvocato Giuseppe Saccone, unico imputato per cui c’ era stata richiesta di condanna da parte della Procura.

Due anni, quelli invocati dal pm al termine della sua requisitoria davanti al giudice monocratico Gian Piero Scarlato, per tutti gli altri era stata chiesta l’assoluzione perché difettava l’elemento soggettivo (quindi non sarebbe dimostrato il dolo) per gli altri imputati, ovvero l’ex assessore Angelina Spagnuolo e i revisori dei conti Ottavio Barretta, Antonio Savino e Antonio Pellegrino, difesi dagli avvocati Benedetto Vittorio De Maio, Carmine Danna, Luigi Petrillo, Raffaele Tecce, Italo Benigni, Francesco Debeaumont.

Per la Procura Marotta avrebbe dovuto verificare gli atti legati al Rendiconto di Gestione approvato dal Comune di Avellino. Un comportamento conforme alle norme, invece per la sua difesa, il penalista Saccone, che ha chiuso le aringhe davanti al giudice. entro novanta giorni saranno note le motivazioni.