Ex Isochimica, rischio slittamento per l’udienza preliminare numero due

Ex Isochimica, rischio slittamento per l’udienza preliminare numero due

9 Novembre 2015

La seconda udienza preliminare del maxi processo sull’ex Isochimica prevista per domani rischia concretamente di saltare per lo sciopero degli avvocati a cui ha aderito anche la Camera penale irpina.

A sfilare nella maxi aula allestita al Centro sodale di via Morelli e Silvatì, dunque, molto probabilmente non ci saranno i legali difensori dei 29 imputati per il disastro di Borgo Ferrovia.

Il gup Fabrizio Ciccone potrebbe così trovarsi costretto a rinviare l’udienza e fissare una nuova data. I termini saranno sospesi e lo slittamento non avrà conseguenza sulla scadenza, ma hanno invece già annunciato la non adesione allo sciopero gli avvocati delle 237 parti offese.

L’udienza preliminare dello scorso 19 ottobre si è conclusa con l’ammissione della richiesta di costituzione di parte civile di circa 231 operai, mentre il giudice dovrà sciogliere le riserve su 6 casi, tra ex lavoratori contaminati ed eredi delle vittime, per i quali agli atti non risultava tutta la documentazione necessaria.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.