Europee – Tartaglione (Pd): “Nessuna volontà di escludere l’Irpinia”

0
4

Sotto elezioni il segretario regionale del Partito Democratico Assunta Tartaglione ha scelto Avellino come sede ideale della sua segreteria regionale itinerante.
La parlamentare ha fatto il suoi ingresso a via Tagliamento insieme ai membri della sua segreteria per ascoltare la voce del territorio e incontrare i candidati sindaci per le elezioni comunali del 25 maggio. La Tartaglione non si è sottratta dal chiarire la sua posizione in merito alla spaccatura che si è venuta a determinare in provincia in seguito alle scelte per le amministrative, anche se ha rinviato le responsabilità alla federazione provinciale. “Non credo siano utili procedimenti verso coloro che hanno scelto di sostenere altre liste, adesso è il momento di pensare alla vittoria. Dobbiamo cercare di far ottenere al Partito Democratico il massimo dei voti possibili, per quanto riguarda la situazione che si è verificata qui, l’Irpinia non è un caso isolato. Spaccature si sono verificate anche in altre province come ad esempio a Napoli, ma la competenza è delle segreterie provinciali”.
Le candidature messe in campo dal Pd hanno lasciato dietro di se una scia di polemiche non solo da parte di esponenti stessi del partito che hanno deciso di sostenere altri candidati, ma anche di Sinistra Ecologia e Libertà. Sel da tempo aveva cercato una forma di dialogo per instaurare un’alleanza di centrosinistra, invece in alcune realtà l’orientamento si è spinto più a destra che a sinistra. Ma anche qui la Tartaglione rinvia la responsabilità a scelte di tipo locale. “Si sono fatti accordi locali che non hanno tenuto conto di quelle che erano le direttive sia provinciali che regionali, ovvero di individuare coalizioni di centrosinistra e purtroppo ci siamo trovati in questa condizione. Ma con il centrosinistra stiamo già lavorando per presentarci alla prossima tornata elettorale delle regionali. Quindi a livello regionale il dialogo c’è ed è costante, a livello locale prevalgono le strategie territoriali sugli indirizzi di partito”.
Sulla mancanza di un candidato irpino alle Europee, la segretaria ha precisato: “Abbiamo fatto una istruttoria a livello regionale al fine di individuare i candidati da proporre alle Europee e non ci sono state le condizioni, di intesa con la segreteria provinciale, di candidare un esponente irpino. Tuttavia non c’era a monte la volontà di escludere l’Irpinia da una competizione dove il Pd ha sempre avuto grandi risultati. Teniamo conto che stiamo parlando di una circoscrizione ampia che riguarda tutta l’Italia meridionale”.(di Rosa Iandiorio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here