ESCLUSIVA / Il tempo di una telefonata. E’ stato Di Somma a dire no a Iemmello

0
6139

Nelle ultime ore, tutta l’attenzione degli addetti ai lavori e dei tifosi biancoverdi, è sul “caso Iemmello”, il 31enne attaccante del Frosinone. La notizia che circola è che l’Avellino calcio si sia fatto “bruciare” dal Catanzaro, la squadra della città dove è nato il calciatore.

Irpinia News ha indagato sulla trattativa e oggi vi svela retroscena importanti.

Non è stato Iemmello a dire no all’Avellino ma il direttore sportivo irpino Di Somma a fare dietrofront. Il Frosinone avrebbe contribuito a gran parte dell’ingaggio, pur di agevolare l’uscita dell’attaccante. La scorsa settimana, Sportitalia, nella persona del suo direttore Michele Criscitiello, aveva lanciato in esclusiva la notizia di alcuni problemi emersi dalle visite mediche effettuate a Frosinone da Iemmello.

Per questioni di privacy non si è entrati nel dettaglio ma Di Somma avrebbe chiesto, visto il rapporto di amicizia e la fede irpina del giornalista nato a Mercogliano, lumi su quella notizia allo stesso Michele Criscitiello.

Una telefonata di pochi minuti ma utile all’Avellino per fare tutte le valutazioni del caso. Da lì, il Ds irpino avrebbe deciso di puntare su altri profili, su altri calciatori.