Elezione del presidente del Consiglio e del vice: la nota di Ricominciamo Da Nusco

0
12

Riceviamo e pubblichiamo la nota firmata dal gruppo consiliare di Nusco “Ricominiciamo da Nusco”:

A Nusco ieri 15/07/2019 si è proceduto alla elezione del Presidente e del Vice presidente del Consiglio Comunale che sono stati votati solo dalla maggioranza con il voto determinante per raggiungere il quorum dello stesso De Mita che quindi non si è astenuto.

L’opposizione che pur aveva manifestato consenso ed apprezzamento per la decisione della maggioranza e dello stesso De Mita di procedere alla elezione del Presidente del Consiglio Comunale, auspicando di conseguenza, un voto quanto più possibile condiviso, come del resto avviene nella prassi istituzionale per tali uffici di controllo ed indirizzo, invece a causa di veti posti da De Mita sulle figure dei candidati proposti dalla minoranza, quest’ultima è stata costretta a votare contro, dovendo optare, gioco forza per la elezione dei propri candidati contro quelli proposti dalla maggioranza, determinandosi così una grave situazione di rottura tra le parti finora dialoganti almeno a parole.

A questo punto il neo eletto Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale (espressione della sola maggioranza) che dovrebbe essere super partes e garantire e rappresentare perciò tutto il consiglio comunale, opposizione compresa, appare depotenziato.

L’avv. Francesco Biancaniello, capogruppo dell’opposizione dichiara che alla prova dei fatti l’apertura al dialogo predicata dalla maggioranza non ha prodotto frutti anzi al contrario si è rivelata finora fittizia o almeno non concreta e questo potrebbe compromettere il futuro dialogo tra le parti. Per dialogare ci vogliono almeno due parti e noi ci siamo e faremo il nostro dovere fino in fondo ma la comunità nuscana deve sapere come stanno i fatti e se si è determinata una grave situazione di rottura questo certo non è imputabile a noi.

Infatti, l’attuale opposizione non ha peccati originali come sembrerebbe emergere dai colloqui avuti con la maggioranza ma va rispettata per la sua funzione di controllo e garanzia esercitata nell’interesse di tutti i cittadini nuscani. Mi dispiace per i neo eletti Presidente e Vicepresidente del Consiglio Comunale, giovani ragazzi che hanno la nostra stima ed attenzione, ma ricoprire un ufficio caratterizzato dalla terzietà, imparzialità e quindi dall’essere super partes significa, anche formalmente, essere legittimati anche dalla minoranza (che non può rimanere senza rappresentanza) e quindi significa essere legittimati dall’intero Consiglio Comunale, che a sua volta rappresenta l’intera comunità nuscana.

Quella che si è creata ieri a Nusco è una situazione veramente anomala per il nostro Consiglio Comunale perché è stata negata anche la vicepresidenza alla minoranza che con il passaggio tra i suoi banchi, come gruppo misto, del consigliere Iuliano Antonio in contrasto con la lista di maggioranza che lo aveva eletto risultandone determinante per la vittoria di De Mita, oggi con i suoi voti, unitamente a quelli della lista “Ricominciamo da Nusco” detta minoranza rappresenta la maggioranza dei votanti nuscani, che con questi numeri, appunto avrebbero portato alla vittoria la lista capeggiata dall’Avv. Francesco Biancaniello oggi all’opposizione! A maggior ragione l’opposizione merita rispetto!

Speriamo che non si sia sprecata un’occasione per poter veramente procedere a rendere coesa una comunità quella nuscana oggi più che mai divisa e spaccata e questo è un nostro richiamo alle responsabilità che maggioranza ed opposizione si sono assunti accettando l’investitura a rappresentanti di tutti i cittadini nuscani.