Edilizia scolastica, la Regione assegna nuove risorse alla Provincia

Edilizia scolastica, la Regione assegna nuove risorse alla Provincia

18 Maggio 2015

La Regione Campania ha approvato, in attuazione della delibera di giunta n. 22 del 26 gennaio scorso, i piani provinciali per opere di edilizia scolastica in zone ad alta dispersione scolastica.

Alla Provincia di Avellino sono state assegnate risorse pari a 3.298.000,00 euro. Tali fondi sono destinati a cinque progetti proposti dall’amministrazione guidata dal presidente, Domenico Gambacorta. Riguardano i lavori di consolidamento dell’ITC “De Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi (800.000,00 euro), il completamento e l’adeguamento funzionale dell’IIS di Grottaminarda (498.000,00 euro), i lavori di completamento del liceo scientifico “Mancini” di Avellino (500.000,00 euro), i lavori completamento della palestra dell’ITC “Ronca” di Montoro (1.000.000,00 euro), i lavori urgenti di messa in sicurezza del capannone annesso all’ITIS “Dorso” di Avellino (500.000,00 euro).

Domenico Gambacorta

Domenico Gambacorta

Il provvedimento della Regione rappresenta un’ulteriore dimostrazione di attenzione alle istanze che arrivano dal mondo della scuola. Queste risorse che ci vengono assegnate costituiscono un’importante opportunità per supportare il nostro piano per l’edilizia scolastica, relativamente agli istituti di competenza dell’ente – dichiara il presidente Mimmo Gambacorta – Nelle linee programmatiche del mio mandato amministrativo la priorità delle priorità si chiama scuola. L’obiettivo è quello di restituire ai nostri ragazzi effettive possibilità di crescita. Per l’edilizia scolastica è necessario attrezzarsi affinché siano realizzati ambienti adeguati per gli allievi e per il personale docente e non docente che opera negli istituti superiori”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.