Eccellenza – Vis Ariano, devi rialzarti: niente sconti all’Angri

0
2

Eccellenza – Incerottata e consapevole delle difficoltà del delicato momento, la Vis Ariano lavora per trovare le energie mentali in vista della proibitiva trasferta di Angri. Il poker di sconfitte ha spedito sotto i tacchi il morale della truppa arianese, che tuttavia contro la Palmese ha lanciato incoraggianti segnali di ripresa. Domenica scorsa, infatti, al “Renzulli” si è ammirata la miglior Vis Ariano della stagione, nonostante le defezioni dovute alle partenze dei vari Cardinale, Di Tuccio, D’Urso e, da ultimo, Zobel. Sotto quest’ultimo profilo, il club del Tricolle vuole voltare rapidamente pagina, lavorando sottotraccia sul mercato per riempire le caselle vacanti in organico. In attesa dei rinforzi sul mercato di riparazione, il tecnico Gerardo Del Vecchio si affida a quelli che furono già protagonisti nell’Ariano di un decennio fa, vale a dire i senatori Pino Guardabascio, Gianluca Guardabascio, Salvatore Violante e capitan Mario Grasso. Quest’ultimo non sarà della spedizione nell’Agro, ma è sulla via del completo recupero e sarà pronto per la Calpazio.
Del Vecchio, dunque, dovrà valutare chi schierare al fianco di Gianluca Guardabascio al centro della difesa, considerato che Armando Grasso ha già fatto il miracolo presentandosi contro la Palmese, dimostrazione di attaccamento che dirigenza e staff tecnico hanno apprezzato, e non poco. Probabile l’impiego di Luigi Terracciano, la cui autonomia non è di 90′, ma allo stato attuale sembra essere l’unica alternativa funzionale. L’ultimo arrivato in maglia biancazzurra sarebbe chiamato ad arginare lo strapotere di Montaperto, insieme a Ciro Manzo suo ex compagno di squadra nell’Arzanese che conquistò la Lega Pro tre anni e mezzo fa. Maggiori soluzioni, si fa per dire, a centrocampo, dove rientrerà dalla squalifica Roberto Santosuosso. Bomber Guardabascio, nel tandem affiatato con Joung, si farà largo tra le maglie della difesa grigiorossa. Nell’ambiente Vis sanno bene che il match con l’Angri non è l’occasione in grado di propiziare la svolta in virtù dell’elevato coefficiente di difficoltà, ma l’atteggiamento della vigilia è tutt’altro che arrendevole. Nelle viscere di un lungo silenzio stampa, indetto all’unico scopo di ritrovare la giusta serenità, arde la voglia di ripartire della Vis Ariano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here