Donna crocifissa, il killer confessa: “Sono un uomo finito”

0
3

La Polizia di Stato ha arrestato l’omicida di Cristina Zamfir, la donna trovata crocifissa e uccisa lo scorso 5 maggio alle porte di Firenze. Grazie ai racconti di altre prostitute vittime di quello che sarebbe un maniaco seriale, gli inquirenti erano riusciti a tracciare un identikit del sospettato. L’uomo fermato come autore dell’omicidio della giovane donna romena è un fiorentino di 55 anni. L’arresto è avvenuto all’alba in via Locchi, zona Careggi, alla periferia nord di Firenze. Perquisita la sua abitazione. A quanto si apprende, l’uomo svolgerebbe la professione di idraulico.
L’uomo fermato con l’accusa di aver ucciso la donna romena Andrea Cristina Zanfir lo scorso 5 maggio, si chiama Riccardo Viti. Al momento è in corso l’interrogatorio in questura a Firenze con il Pm Paolo Canessa. L’uomo nel corso dell’interrogatorio avrebbe detto, prendendosi la testa tra le mani: “Sono un uomo finito, ormai non mi salva nessuno”. Il questore ha espresso viva soddisfazione per il risultato ottenuto dagli investigatori.
IL MOMENTO DELL’ARRESTO: “HO FATTO UNA SCIOCCHEZZA” – “E’ finita, e’ finita. Ho fatto una sciocchezza”. Questo quello che il presunto assassino della giovane romena, Riccardo Viti, avrebbe detto agli uomini della mobile quando stamane all’alba sono arrivati a casa sua. Tra gli elementi che hanno portato al fermo ci sarebbe il nastro adesivo con il logo dall’azienda ospedaliera che e’ stato trovato in casa sua e con il quale era stata immobilizzata la vittima. Si attende ora l’esame del Dna per verificare se e’ l’autore anche delle altre sevizie denunciate negli anni.
virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here