Distretto Urbano del Commercio di Ariano: domani il Consiglio direttivo

0
3165
Ariano_Municipio

Convocato per domani, martedì 9 gennaio alle ore 17:00 presso sala consiliare del comune di Ariano Irpino, il Consiglio Direttivo del Distretto Urbano del Commercio.

All’ordine del giorno la programmazione del DUC Hirpinia – Città di Ariano Irpino, riconosciuto dalla Regione Campania il 13 novembre scorso. Adesso si passa quindi alla fase operativa da parte del Consiglio Direttivo del Distretto urbano del commercio, presieduto dal Sindaco di Ariano, Enrico Franza e che vede quali componenti i rappresentanti delle diverse associazioni di categoria.

«Serve un cambio di mentalità – afferma Nicola Grasso della Confcommercio – Dobbiamo entrare nell’ottica che la città di Ariano è baricentrica tra la Campania e la Puglia. Ed è in quest’ottica che va vista la ricettività, proponendo un territorio che si estende ben oltre i confini irpini.

In ambito turistico- ricettivo all’orizzonte ci sono diverse prospettive. Tra queste l’apertura della Stazione Hirpinia nel 2027 ed il completamento dei lavori del ex complesso Giorgione: due importanti opportunità.

Inoltre occorre una visione lungimirante sia nello spazio che nel tempo cosa che ad Ariano manca ancora. Un tentativo è quello proposto dai Distretti del Commercio, sostenuto dalla Regione Campania e accolto da tutte le associazioni di categoria per una promozione del territorio sfruttando le sinergie del DUC “Hirpinia – Città di Ariano” e del DDC ( Distretto Diffuso del Commercio) “Ufita”, dove i 15 comuni del nord est di Ariano, con Villanova del Battista capofila, più la città del tricolle, abbracciano un territorio vastissimo a ridosso della nascente stazione della Alta Capacità/ Alta Velocità di Santa Sofia in Valle Ufita e nell’agro di Ariano Irpino. È necessario che la progettualità non si fermi alle nascente stazione, ma vada oltre, a beneficio delle imprese e del territorio.

Lungimiranza vuol dire anche – conclude Grasso – ascoltare e coinvolgere gli imprenditori della Confcommercio che nel corso degli anni si è sempre mostrata vicina ed interessata alle nuove esperienze associative come con la nascita del Consorzio di commercianti “Irpiniacom” nel 2002 ed i Centri Commerciali Naturali nel 2005».