“A distanza di anni della strage di Acqualonga ancora troppi restringimenti sull’A16”

0
697

“A distanza di anni dal tragico evento della strage di Acqualonga del 2013 ci sono ancora troppi restringimenti sull’autostrada A16 nel tratto tra Baiano e Avellino”. Lo afferma con forza il Questore di Avellino Pasquale Picone in occasione di un convegno organizzato questa mattina al Palazzo Abbaziale di Loreto dal Sindacato Nazionale di Polizia SIAP e dalla Fondazione Fiorentino Sullo con il patrocinio del comune di Mercogliano e di Autostrade per l’Italia.

“Nuovi progetti sulla sicurezza stradale in A16” è il titolo del dibattito e il Questore non si sottrae dal richiamare l’attenzione di Istituzioni (Governo centrale, sindaci ed Ente Provincia, ndr) e della società Autostrade per l’Italia a effettuare più manutenzione su strade e autostrade affinché vengano messe più in sicurezza possibile. “Fiorentino Sullo – ricorda Picone nel suo intervento – ha realizzato in sei anni un’autostrada e ora non si riesce a manutenerla dopo un evento tragico come l’incidente del viadotto Acqualonga”. All’ex ministro irpino era stato dedicato un momento con la solenne benedizione dell’Abate di Montevergine Riccardo Luca Guariglia alla stele realizzata in suo onore proprio nei pressi del casello autostradale di Avellino Ovest. La strada ponte tra Napoli e il capoluogo irpino è stata figlia proprio di una geniale intuizione dell’onorevole Sullo. Quell’autostrada, specialmente nel tratto tra Baiano e Avellino, necessità però di maggiore sicurezza dopo la strage del 2013 e le inchieste sulla sicurezza autostradale portate avanti dall’ex procuratore di Avellino Rosario Cantelmo, ora in pensione. “Non dobbiamo dimenticare che le strade devono poter essere percorse in sicurezza – tuona il Questore -. Lo dico anche a tutela dei miei uomini: i restringimenti incidono infatti sull’attività della Polizia Stradale”.