Discriminata per l’emiparesi, il padre inizia il digiuno per protesta

0
133

Giovanni Maglio, padre della 33enne insegnante irpina Maria Erminia, discriminata per il suo aspetto fisico – peptosi palpebrale e semiparesi dei muscoli facciali – da un dirigente scolastico bresciano, ha annunciato l’inizio di una protesta pacifica per poter dare giustizia alla figlia e invitare i cittadini ad una riflessione sulla questione.

Giovanni, anch’egli insegnante, ha iniziato un periodo di digiuno di preghiera e di meditazione nei pressi della Chiesa di Maria Santissima Addolorata delle Grazie. Il disperato padre passerà le proprie giornate all’interno di un furgonato, mentre la notte sarà ospite di una delle celle dei frati cappuccini del convento annesso alla Chiesa stessa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here