Dipendenti Acs senza stipendio, scritta “Polizia Municipale” e modifiche al piano sosta: il consiglio parte con interrogazioni e interpellanze

0
6

Alpi – Interrogazioni e informativa del consigliere Dino Preziosi. La prima parte del consiglio comunale di Avellino si è incentrata soprattutto su questi aspetti. Diversi gli argomenti trattati dagli interventi che si sono succeduti. Ad aprire le “danze” Amalio Santoro di “Si Può” che ha chiesto lumi sull’asilo comunale, richiedendo poi nuovamente una dettagliata informativa sull’incendio all’Ics di Pianodardine.

Francesco Iandolo di “Avellino Più” si è concentrato soprattutto sulle piste ciclabili, chiedendo in particolare se sarà ripreso il vecchio progetto delle piste ciclabili lungo il torrente Fenestrelle. Nicola Giordano ha “richiamato” gli assessori esterni, perché assenti al consiglio comunale straordinario dedicato all’emergenza criminalità. “Sarebbe necessario che tutti facessimo quadrato. Chiedo la vostra attenzione su tutti i problemi della città, non solo su quelli di vostra competenza”.

Il consigliere comunale Ettore Iacovacci ha “interrogato”  l’assessore alle Finanze, Vincenzo Cuzzola, chiedendogli come mai da due mesi non vengono pagati gli stipendi ai dipendenti dell’Acs. Ed ha sottolineato: “Risulta che vengono utilizzati anche in ruoli che non gli competono”. Inoltre, ha chiesto spiegazioni anche sulla scritta “Polizia Municipale” comparsa sul palazzo del comando dei vigili urbani. “Vorrei sapere se ci sono le autorizzazioni necessarie”.

Come anticipato tempo fa, Dino Preziosi ha presentato un’interpellanza chiedendo una modifica del piano sosta. “Sarebbe auspicabile prevedere che i primi 20 minuti di sosta siano a titolo gratutito. Pagare un euro e trenta per andare a ritirare un paio di occhiali, mi sembra un furto legalizzato”. Preziosi chiede inoltre strisce rosa per le mamme in stato di gravidanza, strisce gialle per le operatrici socio-sanitarie e spazi anche per le mamme che accompagnano i figli fino a tre anni a scuola. La questione sarà affrontata nella prima riunione utile della Commissione competente. L’interpellanza sembra aver trovato diversi pareri favorevoli, tra cui quello dell’assessore Buondonno.