Del Basso De Caro: “Irpini tribù sannitica. Nessuna distinzione”

0
1

Il sottosegretario Umberto del Basso De Caro arriva a S.Angelo dei Lombardi per partecipare al convegno organizato dal sindaco Repole e dalla consigliera regionale Rosetta D’Amelio. Le bordate più forti sono per Caldoro: ” La lotta bisogna farla a Palazzo Santa Lucia, che continua a dimenticare l’entroterra e i piccoli comuni. Nell’ultimo provvedimento del 24 febbraio sono state definanziate le opere che potevano far ripartire l’Irpinia ed il Sannio. L’asse Lioni-Grottaminarda è all’ordine del giorno del Consiglio dei Ministri e verrà approvato nella prossima seduta. C’impegneremo anche rispetto alla Pavoncelli Bis. I lavori termineranno quanto prima”. L’esponente del Partito Democratico prende anche precisi imegni davanti alla folta sala: “Noi faremo tutto il possibile. Dal momento in cui riceverò le deleghe operative, inizieremo ad agire in modo concreto per risolvere i problemi. Nella mia testa non c’è distinzione tra Avellino e Benevento. Gli irpini erano una tribù sannitica. Non possiamo immaginare di fare una battaglia separata”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here