De Simone: “Verde Pubblico? Un mero rapporto di lavoro determinato”

18 Novembre 2005

Avellino – Si inasprisce la vertenza del progetto “Verde Pubblico”: dopo la protesta, con tanto di operai incatenati, i 23 lavoratori (del progetto fanno parte 27 maestranze – 20 operai e 7 impiegati – dei quali, però, ricordiamo che quattro impiegate sono attualmente in forza presso l’Assessorato di Alaia) hanno continuato a manifestare davanti a Palazzo Caracciolo. Chiedono un posto di lavoro. Chiedono che le promesse fatte vengano mantenute… e sapere la verità della disponibilità economica di 473mila euro garantiti dallo stesso assessore. In attesa di risposte, nel primo pomeriggio è arrivata la ‘puntualizzazione’ del Presidente dell’Ente Provincia, Alberta De Simone… “Esprimo rammarico e dispiacere per le contestazioni sollevate dai lavoratori impegnati nel progetto Verde. Va precisato che il piano di lavoro in questione altro non era che una particolare forma di appalto di servizi finanziata dal Governo centrale con fondi Cipe, erogati dalla Regione Campania. Si trattava di un mero rapporto di lavoro a tempo determinato, non rinnovabile in termini di legge, e che si è concluso, giuridicamente, con la fine della fase progettuale”. Nella precisazione, il numero uno di Palazzo Caracciolo si rivolge anche al Sindacato “… vengono meno le rivendicazioni anche della parte sociale. Venendo meno il riscontro della Regione, resta la impossibilità giuridica di protrarre in qualche modo i contratti di lavoro con i maestranze a tempo determinato”. L’Ente Provincia rivendica, dunque, un comportamento coerente e trasparente, ed in riferimento alle quattro lavoratrici ancora in servizio per qualche mese, chiarisce che “…sono unicamente preposte alla necessaria rendicontazione di spesa che segue l’ultimazione dei lavori. In questo caso la scelta è stata dettata dalla necessità dell’Ente di chiudere la contabilità finale affidando il compito a chi era già preposto alle relative mansioni”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.