De Simone lascia il Parlamento. Forse per il Ministero?

11 Dicembre 2005

La Presidente della Provincia Alberta De Simone lascia, dopo dodici anni, il Parlamento. Fin qui nessuna novità. La numero uno di Palazzo Caracciolo per dichiarata incompatibilità tra i due incarichi, avrebbe deciso di seguire con maggiore attenzione le problematiche del territorio irpino. Ma, alla base della sua decisione, pare ci sia una proposta più allettante. In coincidenza con le Politiche 2006. Ad illustrarle il progetto qualche settimana fa, il leader dell’Unione Romano Prodi nel corso di una cena a Roma. Alla base del riservatissimo faccia a faccia, le redini di un Ministero. Qualora il centrosinistra dovesse strappare lo scettro del Governo al centrodestra, al massimo esponente provinciale dei Ds potrebbe toccare il Dicastero delle Politiche Sociali. Insomma un ruolo di grande responsabilità che si combinerebbe perfettamente con la carica di Presidente della Provincia. Ma probabilmente solo sulla carta. Se la De Simone si diceva pronta, fino a qualche ora fa, a dire addio al Parlamento per prestare maggiore attenzione alla realtà territoriale, una eventuale ‘promozione’ comporterebbe sicuramente un’ulteriore scelta. Ma un passo alla volta: prima ci sono le Politiche. La campagna elettorale è ufficialmente aperta. Ognuno è pronto a giocare il suo asso nella manica… e comunque andrà, la proposta di Prodi – se l’indiscrezione dovesse corrispondere a verità – rappresenta per la De Simone già un grande successo. (mari.mo)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.