De Mita: La Margherita ritornerà in Giunta

0
38

Avellino – “Credo che potremmo decidere di continuare ad onorare il senso di responsabilità che ci contraddistingue”. In soldoni, il capogruppo provinciale del quartier generale di via Tagliamento, Giuseppe De Mita, sembra dire: la Margherita ritornerà in Giunta. Anche se i nodi da sciogliere rimangono. Al responsabile degli Enti Locali, le domande:
Un commento sulla posizione assunta dalla De Simone nella missiva, anche alla luce di quanto espresso dal senatore Mancino: “Lasciamo fuori le Istituzioni”.
“Infatti la nostra domanda alla De Simone era legata propriamente a questo desiderio. Non siamo stati noi a trasferire i dissensi sulle Istituzioni. La Istituzione di Fontanarosa non è stata sciolta dalla nostra maggioranza”. Riguardo alla posizione assunta dal presidente De Simone: “La valutazione che si può fare: in primo luogo è una risposta alla nostra domanda. Non si è sottratta, come qualcuno voleva. Questo è un elemento positivo; in secondo luogo: esprime una dichiarazione di principio, riferendosi ad una regola generale (‘vanno rispettate le regole comunemente condivise, ndr). In merito però ad una vicenda specifica (quella di Fontanarosa, ndr) – rispondendo alla domanda posta dalla Margherita, se era lecito e meno che i Ds avessero tali atteggiamenti nei confronti della coalizione – la De Simone ha risposto: vanno evitati comportamenti che minano gli atteggiamenti della coalizione”.
E’ soddisfatto?
“La valuto positivamente. E’ un segno di responsabilità”.
Domani la Margherita si riunirà per fare il punto. La Margherita accetterà l’invito della De Simone a ritornare in Giunta?
“Credo che noi potremmo decidere di continuare ad avere il senso di responsabilità nei confronti delle Istituzioni che ci ha sempre contraddistinto. Questo è il capitolo della Provincia, restano poi tutti i problemi sollevati dall’Udeur, dai sindacati che saranno risolti con la dialettica. Questione a parte… con la segreteria provinciale. Chiederò la direzione provinciale per l’atteggiamento avuto dai Ds nei nostri confronti. Sono state dette cose che non possono cadere nel dimenticatoio”. (di Teresa Lombardo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here