De Luca nel Vallo tra sacro e profano: “Senza di me si aspetterebbe Padre Pio”

0
8

Renato Spiniello – Il Presidente della Regione Campania Vicnenzo De Luca torna in Irpinia per la riapertura del tratto viario Taurano-Monteforte, 12 chilometri e 900 metri che collegano il capoluogo provinciale con il Vallo di Lauro.

“Mantenuto l’impegno di togliere dall’isolamento le aree interne”: ha detto l’ex Sindaco di Salerno, accolto da Roberta Santaniello, rappresentante del territorio nonché presidente del Partito Democratico provinciale, dai Sindaci di Monteforte, Taurano e Lauro Costantino Giordano, Salvatore Maffettone e Antonio Bossone, dalla Presidente del Consiglio Regionale Rosetta D’Amelio, dai consiglieri regionali Maurizio Petracca, Carlo Iannace e Vincenzo Alaia e dall’ex senatore dmocrat Enzo De Luca.

In particolare la tratta interessata dai lavori di messa in sicurezza comprendeva 8 chilometri. “E’ un intervento da diversi milioni di euro – ha spiegato De Luca – va completato arrivando a Monteforte e per questo sono previsti altri 400 mila euro che si sommano ai 214 milioni totali previsti nell’ambito del più complessivo sistema della viabilità in Irpinia che serviranno a completare anche la Lioni-Grottaminarda”.

Da oggi per raggiungere la città basteranno 15 minuti, mentre senza quel tratto per arrivare nel capoluogo il laurentano impiegava dai 45 ai 60 minuti. Un autentico miracolo come lo ha definito in un mix di sacro e profano lo stesso Governatore della Regione Campania: “Per noi gli impegni che assumiamo sono sacri e vincolanti, senza questo governo regionale queste risorse non arriverebbero neppure con l’intervento di Padre Pio”.