DDL appalti, Tramaglino (Fesica Confsal Avellino): “La clausola sociale resti un obbligo”

0
703
“Con il nuovo DDL sugli appalti la ‘clausola sociale’, che garantisce continuità occupazionale e salariale in caso di cambio appalto, diventerebbe una possibilità non più un obbligo”.
Lo dice il segretario provinciale Fesica Confsal di Avellino Lorenzo Tramaglino, che aggiunge: “Si tratta di un pericoloso arretramento dei lavoratori in termini di tutela; sono a rischio molte categorie tra cui quelle della sicurezza privata, degli operatori socio sanitari, delle imprese di cleaning service etc.”.
“Si faccia attenzione a non alimentare il motore della precarietà, l’anticamera della disoccupazione. Ricordo – continua il sindacalista – che ad oggi la clausola sociale garantisce la continuità lavorativa alle unità presenti sulle gare d’appalto, imponendo specifichi obblighi a carico dei soggetti appaltatori nelle fasi di esecuzione”.
“Ci auspichiamo che la legge ora all’esame della Camera venga almeno riformulata, perché così com’è – conclude Tramaglino – cancellerebbe un baluardo a tutela dell’occupazione duratura dei lavoratori”.