Ed anche quest’anno vedrò Sanremo l’anno prossimo

0
3
Italian hosts Carlo Conti and Maria De Filippi pose during a photocall at the 67th Festival of the Italian Song of Sanremo, in Sanremo, Italy, 06 February 2017. The 67th edition of the television song contest runs from 07 to 11 February. ANSA/CLAUDIO ONORATI

Sanremo è tutto ciò che la musica non dovrebbe essere. E fare. Perchè la musica di Sanremo fa. Cosa? Lascio a voi concludere la frase.

Che bell’incipit. Ecco chi sono i cantanti (???) in gara in questa edizione 2017:

Al Bano è alla sua 117esima partecipazione. Non c’è Romina quindi non fa notizia. Paola Turci è attuale come un Nokia 1860. Samuel, ex Subsonica, cerca di rifarsi una verginità da solista. Fiorella Mannoia m’annoia talmente tanto che anche la battuta non funziona più da vent’anni. Nesli è un ex rapper che si è dato al pop e ho detto tutto. Fabrizio Moro era bravo: ora si è messo in aspettativa nella scuola di Amici. Giusy Ferreri canterà “Fa talmente male”: non sa quanto, sentirla. Gigi D’Alessio mi fa tenerezza. Ron tra 100 anni farà ancora Sanremo. Michele Zarrillo è molto meglio in assoli di chitarra progressive (guarda qui). Clementino è un onesto rapper meridionale. Marco Masini non mollare mai. Raige e Giulia Luzi, Ermal Meta, Lodovica Comello, Francesco Gabbani, Bianca Atzei rientrano nella categoria “Chi cazz’è?” mentre Elodie, Michele Bravi, Sergio Sylvestre, Alessio Bernabei, Chiara vengono da X Factor o dalla scuderia di Maria De Filippi. Uno di loro, probabilmente, vincerà senza meritarlo.

Maria De Filippi, appunto. Lodevole, molto lodevole, la sua scelta di rinunciare al cachet, cercherà con Carlo Conti di raschiare il fondo del barile musicale oscurandolo con la spettacolarizzazione dell’evento, comici, ospiti italiani e stranieri.

A Maurizio Crozza è affidata ogni sera la videocopertina mentre Tiziano Ferro, Carmen Consoli, Ricky Martin, i Clean Bandit, Paola Cortellesi, Antonio Albanese, Raoul Bova e Rocìo Munoz Morales, Giorgia, la band scozzese dei Biffy Clyro, Sveva Alviti, Francesco Totti, l’insolito trio Insinna-Brignano-Cirilli, Keanu Reeves, Mika, Marica Pellegrinelli ( modella e moglie di Eros Ramazzotti) Zucchero, Alvaro Soler, Robbie Williams, Rag’n’Bone Man, Virginia Raffaele, Geppi Cucciari, Luca e Paolo, Marco Giallini, Alessandro Gassmann, il volto delle fiction Alessandra Mastronardi, Diana Del Bufalo e Giusy Buscemi, la giornalista di Sky Diletta Leotta, verranno gettati nel calderone sperando di non far addormentare troppo il pubblico televisivo che in poltrona, sotto la copertina di lana e in ciabatte, ronferà tra una canzone e l’altra destandosi giusto il tempo di ricordarsi chi è.

Per quanto mi riguarda anche quest’anno vedrò Sanremo l’anno prossimo. Volete biasimarmi? O declassarmi nella per niente insolita veste di criticone? C’è una categoria del mio blog che si intitola “Pagine sporche di rock”. Ecco io musicalmente non mi lavo. Quindi a Sanremo, al massimo, ci vado per farmi un bagno.