Crisi in Provincia – De Simone rompe il silenzio a metà

0
38

Avellino – E… dopo ore di attesa, la missiva, o meglio la risposta della presidente Alberta De Simone è giunta nel tardo pomeriggio. Soddisferà la Margherita e chi attendeva l’intervento del vertice dell’Ente Provincia? Ad ogni modo la nota è pura mediazione. E non poteva essere altrimenti.
“La funzione istituzionale – scrive la De Simone – che ricopro mi obbliga alla responsabilità, alla serenità ed all’equilibrio, atteggiamenti che mantengo anche in questa fase ed a cui non intendo venire meno. E’ appena il caso di ricordare che fui candidata alla Presidenza della Provincia su richiesta unanime del Centrosinistra e svolgo la mia funzione su mandato ampio del corpo elettorale, di cui sento tutto il dovere morale. Il mio impegno si sviluppa in due direzioni:
garantire l’efficienza del governo provinciale e l’attuazione degli obiettivi programmatici approvati dal Consiglio provinciale, continuare l’opera avviata sul piano dello sviluppo economico ed occupazionale, del collegamento con i grandi assi strategici di comunicazione. Perseguire la realizzazione dell’Università Enologica, il potenziamento dei progetti europei, gli interventi nelle zone periferiche, il miglioramento della qualità ambientale, culturale e della pubblica amministrazione;
– rafforzare il Centrosinistra ampliandone la coesione.
Sono interessata al successo complessivo dell’Unione soprattutto alla vigilia di un appuntamento elettorale cruciale per l’Italia ed il Mezzogiorno. A mio giudizio la via d’uscita dalla difficilissima situazione che si è creata può essere un fermo e convinto ancoraggio alle regole comunemente condivise. Il dovere di costruire e difendere l’alleanza deve essere la regola dell’azione politica di ciascuno di noi, soprattutto degli eletti della coalizione. Vanno perciò evitati quei comportamenti non finalizzati a garantire stabilità e coesione dell’alleanza. Questo auspico e a questo fine è indirizzato il mio lavoro anche nella difficile fase attuale. Pertanto invito la delegazione della Margherita a tornare ad assicurare la sua presenza in Giunta”. Ora…parola alla Margherita. (di Teresa Lombardo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here