Cosmetici biologici: quali sono le loro caratteristiche e perché è consigliabile usarli

Cosmetici biologici: quali sono le loro caratteristiche e perché è consigliabile usarli

7 Aprile 2020

I cosmetici biologici possono essere definiti tali solamente nel caso in cui siano realizzati con ingredienti che provengono da agricoltura ecologica, tale da rispettare le biodiversità e l’ambiente. L’ingegneria genetica e l’utilizzo di concimi sintetici, giusto per menzionare due esempi, non possono essere annoverati in questo tipo di produzione. In virtù del loro contenuto di sostanze al 100% biologiche, i cosmetici biologici possono essere ritenuti la soluzione ideale per la cura e il benessere del corpo umano.

L’efficacia dei cosmetici biologici

L’efficacia dei cosmetici realizzati con ingredienti naturali varia a seconda della loro composizione, e quindi delle sostanze che sono contenute in essi. Quel che è certo è che i biocosmetici sono pensati e realizzati per rispettare la pelle e l’ambiente che ci circonda; essi, inoltre, non sono testati sugli animali. Si parla di biocosmesi proprio per indicare la tecnica che permette di ottenere trattamenti e preparati che contengono ingredienti derivanti da allevamenti o agricoltura biologica. Un prodotto cosmetico è biologico se nella sua formula sono presenti ingredienti di provenienza naturale che sono stati ottenuti con metodi di agricoltura biologica. Altri requisiti devono essere rispettati affinché possa essere garantito l’attributo biologico: è necessario che i contenitori siano in materiali riciclati o che comunque possano essere riciclati e che i cosmetici non siano stati testati sugli animali. Le colture biologiche, infine, sono tali unicamente nel caso in cui siano prive di sostanze chimiche o pesticidi.

Biocosmesi, quali sono i vantaggi

Nel momento in cui ci si accinge all’acquisto di cosmetici, è molto importante prestare attenzione ai prodotti che si scelgono. La pelle umana assorbe più o meno il 60% delle sostanze che vengono applicate tutti i giorni: ciò vuol dire che nel nostro organismo entrano in circolo anche quelle sostanze dannose che sono contenute nei cosmetici classici. L’importanza di comprare cosmetici salutari è evidente per chiunque desideri una pelle sana e luminosa. I cosmetici naturali non sono sempre biologici, mentre i cosmetici biologici sono sempre naturali. Entrando più nel dettaglio, i cosmetici naturali presentano ingredienti che provengono da minerali o piante: basti pensare, per esempio, agli oli essenziali o alla cera d’api, ma anche al burro di karitè, alla camomilla e all’aloe. Per ricevere la certificazione biologica, inoltre, i cosmetici devono essere realizzati con ingredienti che non siano stati trattati con fertilizzanti chimici o con erbicidi.

Perché conviene comprare i cosmetici biologici

I vantaggi offerti dai cosmetici biologici sono numerosi, anche perché nella maggior parte dei casi i loro ingredienti sono a base di erbe: si tratta, come si può facilmente intuire, di un’alternativa molto più sana rispetto agli additivi sintetici che di solito caratterizzano i cosmetici standard. Gli ingredienti biologici, inoltre, hanno un effetto anti-invecchiamento grazie agli anti-ossidanti contenuti nella vitamina C. Tra le altre sostanze che contribuiscono a frenare il processo di invecchiamento della pelle ci sono, inoltre, l’olio di semi di girasole, l’olio di rosmarino, l’acqua di rose e l’olio di rose. Ciò che più conta, comunque, è che i cosmetici biologici sono del tutto privi di prodotti petrolchimici, di ftalati, di solfati e di parabeni: tutte sostanze che svolgono un’azione negativa sulla pelle.

Il passaggio ai cosmetici biologici

In sintesi, i cosmetici biologici possono essere definiti come prodotti destinati alla cura del corpo che sono formulati e realizzati con principi attivi biologici secondo quanto previsto dagli standard che provengono dai disciplinari ecobio. Il consiglio per chi si approccia per la prima volta a questo mondo è di non compiere un passaggio radicale ma di seguire un cambiamento progressivo: invece che smettere di usare all’improvviso tutti i cosmetici che si hanno in casa, è sufficiente iniziare a comprare le alternative biologiche a mano a mano che i prodotti precedenti finiscono. Vale sempre la pena, in ogni caso, di leggere con la massima attenzione le etichette per verificare quali sono gli ingredienti contenuti; nel caso in cui si fatichi a capire qualche voce, è indispensabile ricercare informazioni in proposito su Internet.

I migliori cosmetici biologici

La crema alla bava di lumaca di Nuvò Cosmetic  offre un esempio della qualità ed efficacia dei cosmetici biologici. Ma come riconoscere i cosmetici bio migliori? In primis non devono contenere OGM né nanomateriali. Inoltre, non devono contenere parti di animali e neppure prodotti che possano arrecare danni agli animali; il miele e la cera d’api, invece, sono ammessi. È necessario che i cosmetici contengano ingredienti di origine biologica e che siano stati prodotti in laboratori a norma. Le etichette devono presentare informazioni chiare, e anche per le confezioni devono essere rispettati degli standard ben precisi; esse, infatti, non possono essere realizzate con materiali che contengono OGM o con sostanze che potrebbero essere pericolose per la salute, come per esempio le materie plastiche che nel corso della combustione liberano diossine.

Quali ingredienti è necessario evitare

Imparare a leggere le etichette dei cosmetici è utile anche per sapere quali sono gli ingredienti che è bene evitare: è il caso dei coloranti sintetici, che oltre ad essere tossici sono in grado di provocare irritazioni nella pelle e sono causa di iperpigmentazione. Per dare alle creme una fragranza artificiale, invece, vengono impiegati gli ftalati, che però sono disgregatori ormonali che causano il carcinoma mammario. Ancora, è meglio tenersi alla larga da quei cosmetici che contengono i parabeni, che sono agenti antibatterici e conservanti cancerosi. Interferisce con gli antibiotici, invece, il triclosan, che è anche fonte di disturbi ormonali.

I benefici della bava di lumaca

La bava di lumaca è presente in vari cosmetici biologici che garantiscono effetti benefici. Gli scrub per il viso, per esempio, svolgono un’azione levigante e purificante su tutti i tipi di pelle; sono preziosi per il trattamento dei brufoli e dell’acne e contribuiscono ad attenuare le imperfezioni della cute. Quando si ha a che fare con un contorno occhi sensibile e spento, invece, si può ricorrere a un prodotto ad hoc che abbini bava di lumaca e burro di mango. Infine, le creme per il viso idratano e nutrono la pelle con la massima efficacia.