Coronavirus, in Irpinia 106 casi su due focolai

Coronavirus, in Irpinia 106 casi su due focolai

29 Settembre 2020

di AnFan – Sono 106 i casi, distribuiti su due focolai, in provincia di Avellino. I contagi sono “divisi” in questo modo: 56 nel baianese e 50 in Valle Caudina. A Cervinara, uno dei comuni più colpiti dal contagio, al momento sembra scongiurata l’ipotesi della zona rossa. Ieri c’è stato un confronto fra i riferimenti dell’azienda sanitaria locale (Asl) e il Comune. Il sindaco, Caterina Lengua, anche lei positiva al virus, continua a seguire l’evoluzione dei contagi nel suo comune.

Ieri l’Asl, nel suo bollettino quotidiano, ha comunicato l’esito positivo di 15 tamponi: tredici proprio in Valle Caudina con i comuni di Cervinara (10), Rotondi (2) e San Martino Valle Caudina (1). Ai quali si è aggiunto il primo caso registrato a Marzano di Nola e un secondo a Montella. Ai quali si aggiungono altri due contagi comunicati dal sindaco di Lioni, Yuri Gioino, e riferiti al nucleo familiare di una donna già risultata positiva.

Intanto, proprio in vista dell’inizio dell’anno scolastico, è stata avviata una sanificazione dei locali degli ambienti scolastici e verranno eseguiti i tamponi su docenti e altro personale delle scuole. Nulla verrà lasciato al caso e non potrebbe essere altrimenti, visto che di mezzo ci sono dei bambini.

A Rotondi, intanto, il sindaco Pisano ha chiarito che due casi comunicati ieri dall’Asl, uno era già noto. In Irpinia, in via precauzionale, sono rimaste chiuse la scuola primaria di Frigento, l’Istituto comprensivo di Lioni e il Liceo sportivo di Sturno in attesa di conoscere l’esito di alcuni tamponi.