Controlli al mercato di Lacedonia, elevate varie contravvenzioni

0
20

Brillante operazione della Polizia Municipale di Lacedonia diretta dal Comandante Cap. Michele Caponigro. La Polizia Municipale di concerto con il Nucleo agro-alimentare del Comando provinciale di Avellino del Corpo Forestale dello Stato e dei Tecnici della Prevenzione del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione dell’Azienda Sanitaria Locale di Avellino e Sant’Angelo dei Lombardi , presso il mercato orto-frutticolo, nell’ambito di un’azione coordinata, disposta dal Comandante della P.M. Capitano Michele Caponigro hanno effettuato una serie di controlli su diverse attività commerciali su area pubblica finalizzati alla tutela della salute e della sicurezza dei consumatori e a prevenire i rischi della produzione, trasformazione, distribuzione e igiene alimentare. In tale contesto, sono state evidenziate diverse irregolarità poste in essere dai titolari dei punti vendita di generi alimentari, relativamente alla presentazione di alimenti tale da indurre in errore l’acquirente sulla loro origine o provenienza, nonché sulla assenza o corretta apposizione della data di scadenza degli stessi. In particolare, l’attenzione degli agenti operanti si è incentrata sulla corretta etichettatura e pubblicità dei prodotti alimentari che, per come è previsto dalla vigente normativa comunitaria e nazionale, non devono trarre in inganno ed in errore l’acquirente sulle caratteristiche del prodotto, sulla sua identità, qualità, composizione, sul luogo di origine o di provenienza e sui modi di ottenimento o di fabbricazione, nonché della sua scadenza. Tutti elementi questi indispensabili per garantire la piena consapevolezza e sicurezza alimentare dei consumatori. Tale attività ha portato alla contestazione di numerose sanzioni amministrative per un importo totale di circa 13.000 euro. Durante le operazioni di controllo si è proceduto inoltre , da parte del personale della PM e dei tecnici di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale, al sequestro di derrate alimentari. Dai controlli effettuati è emerso in modo significativo, la totale assenza dei documenti comprovanti la relativa rintracciabilità degli alimenti posti in vendita e sanzionati ai sensi del Regolamento CE n° 178/2002 e ai sensi del Decreto Legislativo n° 190/ 2006. Inoltre durante i controlli il personale del Corpo Forestale ha sottoposte a sequestro circa 5 bilance ad altrettanti commercianti perché prive di marcatura e di tagliando di verifica annuale e quindi utilizzate in modo illecito dai commercianti. Viva soddisfazione è stata espressa dal Sindaco prof. Mario Rizzi e dai tanti cittadini che frequentano il mercato settimanale per il risultato raggiunto a tutela della salute pubblica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here