Contrada – Rifiuti: parte il porta a porta per la differenziata

0
3

Contrada – Entro un mese avrà inizio la raccolta differenziata “porta a porta” a Contrada. Per rendere operativo il piano, predisposto dal Cosmari Av1 in collaborazione con il Comune e approvato con delibera di giunta nel dicembre scorso, mancano soltanto pochi dettagli. Dopo aver suddiviso il territorio in zone da servire, sarà avviata la campagna d’informazione presso le famiglie e le scuole. “Il Comune di Contrada – informa il Sindaco, Antonio Iannacconedispone di un sito di stoccaggio. A differenza di altri comuni, quindi ha potuto arginare l’emergenza, ma il fatto di aver sopperito alle difficoltà autonomamente, non deve far abbassare la guardia. La differenziazione dell’immondizia è una priorità da cui non si può prescindere. Attualmente il nostro centro differenzia circa il 25% dei rifiuti. Con l’introduzione del nuovo piano di raccolta intendiamo raggiungere il 50%. Per centrare l’obiettivo avvieremo una capillare campagna di informazione in grado di sensibilizzare i cittadini”. Il piano esecutivo prevede la raccolta a domicilio della frazione umida, di quella indifferenziata, dei rifiuti ingombranti e RAEE (apparecchi elettrici ed elettronici). Saranno due le raccolte settimanali dei rifiuti indifferenziati. Ad ogni utenza domestica verrà consegnato un secchiello da 50 litri e nei condomini con più di 10 utenze saranno posizionati dei carrellati da 360 litri per la raccolta. Alle utenze commerciali saranno invece consegnati carrellati da 360 litri. Per la frazione umida saranno tre le raccolte settimanali “porta a porta”. Carta e cartone andranno depositati in appositi cassonetti distribuiti nelle varie zone abitative. Per gli uffici, la raccolta sarà porta a porta con frequenza settimanale. Plastica, acciaio e alluminio andranno conferiti in appositi cassonetti da 1700 litri distribuiti nelle varie zone del paese. Anche in questo caso vigerà il servizio a domicilio settimanale per le utenze commerciali. Una volta ogni due settimane si procederà alla raccolta del vetro da conferire nelle campane, dei rifiuti ingombranti e RAEE sarà effettuata invece a domicilio con un sistema a prenotazione. Le pile andranno depositate in contenitori dislocati nei negozi di materiale elettrico, telefonia, fotografia, presso scuole, uffici pubblici e tabaccai. I farmaci andranno depositati in appositi contenitori all’interno delle farmacie. Quanto ai rifiuti vegetali, per l’80% della popolazione il conferimento dovrà avvenire mediante appuntamento da fissare chiamando il numero verde dell’Asa, che fornirà le dovute indicazioni, al restante 20% della popolazione saranno fornite le compostiere domestiche. Infine postazioni di raccolta per i rifiuti vegetali saranno istituite presso cimiteri e chiese”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here