Conte: “Il contagio si sviluppa più in ambito familiare. Non ci sono le condizioni per la didattica a distanza”

Conte: “Il contagio si sviluppa più in ambito familiare. Non ci sono le condizioni per la didattica a distanza”

13 Ottobre 2020

“Dobbiamo assumere comportamenti più corretti nelle abitazioni private. Stiamo assistendo a un’evoluzione della curva del contagio e a un innalzamento dovuto soprattutto alle dinamiche che si sviluppano in ambito familiare e amicale”. Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi. “Non manderemo le forze di polizia nelle abitazioni private, però dobbiamo assumere comportamenti prudenti per gestire la fase”.

Secondo il Premier “la curva” dei contagi “sta risalendo. Lo vediamo negli ultimi giorni in tutta l’Unione europa. Non ci possiamo permettere distrazioni e abbassare il livello di attenzione e concentrazione”.

“Incrociando le dita – prosegue – diciamo che nella scuola le cose stanno andando abbastanza bene. Non ci sono i presupposti per la didattica a distanza”.

Le ricerche nel campo del vaccino per il Covid-19 e per le terapie “stanno andando avanti e se continuiamo ad essere responsabili avremo le prime risultanze scientifiche positive con una prospettiva che ci consentirà di vedere la luce in fondo al tunnel”, ha detto ancora il Presidente del Consiglio che annuncia: “A breve tornerò in Parlamento per un confronto sulle prospettive di gestione della pandemia, oltre che delle risorse del Recovery fund’.