Comune tra richieste e incontri, oggi la verità

0
4

Avellino – Il giorno del vertice di maggioranza è giunto. Proprio ieri mattina il primo cittadino di Piazza del Popolo Pino Galasso ha verificato se vi erano le condizioni per poter mettere al tavolo tutti i rappresentanti del centrosinistra. Incontro fissato per questa mattina alle ore 11.00 in via Tagliamento. Un confronto importante e decisivo per mettere un punto fermo sugli equilibri di Palazzo di città. I più sperano che si possa ritrovare la serenità anche se forse i presupposti – almeno per il momento – vanno in tutt’altra direzione. Ma si sa in politica tutto può succedere. Forse le notti insonne, i colloqui telefonici tra Nusco e Avellino, sono serviti se non a recuperare ancora i cocci, a centrare l’obiettivo del confronto dal quale potrà emergere la strategia del recupero dell’unità. Un passo in avanti, dunque è stato fatto e la volontà del sindaco Galasso – sempre più imbrigliato nei malcontenti e nelle richieste della sua maggioranza – di voler chiudere quanto prima una vicenda che non è tra le migliori, si è palesata tutta. Cosa dirà Galasso alla sua squadra nel vertice blindato per rimettere a posto i tasselli di un puzzle ora scomposto? Sta di fatto che se la sua posizione resta la stessa – ‘azzeramento: assolutamente no’- i Ds in primis storceranno il naso, anche se è pur vero che in più occasioni hanno precisato: prima il riassetto della macchina dirigenziale. Accompagnati dall’Udeur e dal partito capitanato da Mattia Trofa da sempre in contrasto anche all’interno della sua stessa compagine. Il compromesso della pace – a meno che non finisca tutto a ‘tarallucci e vino’ – al momento ha lo stesso nome: rimpasto e non solo. Concetti che sono stati ribaditi nel corso della riunione di gruppo della Quercia di Via Serafino Soldi ieri sera alla 18.00 e del vertice udeurrino tra componenti del Campanile (Pasquale Giuditta, Pino De Lorenzo, Nino Musto, Bruno Di Nardo, Sergio Trezza, etc. etc.) e sindaco Galasso, aggiornato – dopo la discussione ‘inter nos’ e l’indisponibilità del primo inquilino – proprio nella serata di ieri. Quale sarà la nota della lavandaia che presenteranno i Ds, l’Udeur, lo Sdi e di ‘riflesso’ la Margherita, in nome dell’armonia ritrovata? Quale sarà la strategia che Galasso presenterà al suo gruppo per mettere d’accordo l’Ulivo cittadino? Ora tutto è nelle mani di Galasso che appare irremovibile a non modificare la sua posizione (anche se notizie dell’ultimora ci informano di un possibile ammorbidimento della sua posizione: Galasso sembra aver chiesto tempo per riflettere). Ancora poche ore per sapere se il braccio di ferro lascerà il campo oppure se saranno necessari altri incontri-scontro per sottoscrivere in calce la pace rinnovata. (Di Teresa Lombardo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here